FSA, il Cross Country si fa Light

Guarnitura K-Force Light Single, manubrio K-Force Flat e attacco OS-99 CSI, dedicati ai biker che cercano il massimo in fatto di performance e leggerezza

Pubblicato mercoledì 13 gennaio 2016 · da

Il massimo delle prestazioni con il minimo del peso. È il mantra di chi si dedica al cross Country o al Marathon, le due discipline nelle quali l’attenzione alla bilancia è quasi maniacale…
Del catalogo 2016 di FSA abbiamo selezionato tre componenti al top in fatto di tecnologia e caratteristiche che solleticheranno i palati più fini. Si tratta della guarnitura K-Force Light Evo, della piega K-Force Flat e dell’attacco manubrio OS-99 CSI.

FSA k-force XC_01Peso ridotto (425 g in versione “singola”) per la prima, modello top di gamma ottimizzata per cassette a 11 velocità. Le pedivelle, cave e realizzate in fibra di carbonio, hanno finitura UD e sono disponibili nelle lunghezze di 170 e 175 mm. La corona è in alluminio 7075, lavorata dal pieno, con spaziatura asimmetrica delle viti (ABS, Asymmetric Bolt Spacing), denti Megatooth a spessore differenziato e 4 misure (30T, 32T, 34T e 36T). Il perno BB392 Evo, anch’esso in alluminio, la rende compatibile con la quasi totalità dei movimenti BB30, press-fit e filettati. Il fattore Q associato alla Lite Evo è 169 mm. Per chi non è ancora convinto della configurazione “singola”, è disponibile anche in versione “doppia” e “tripla”.

FSA k-force XC_03La piega Flat appartiene anch’essa alla famiglia K-Force, la più esclusiva firmata da FSA. Combina leggerezza a robustezza, grazie alla costruzione composita in fibra di carbonio e Kevlar (con finitura UD) e presenta una sezione rinforzata in corrispondenza degli attacchi delle leve e della pipa. Il diametro è 31,8 mm e le lunghezze disponibili sono 600 mm e 685 mm, a fronte di due differenti pieghe (6° di arretramento per 0° di rialzo, oppure 9° di arretramento e 4° di rialzo). Pesa 140 grammi e, come tutte le componenti K-Force, anche il manubrio è disponibile con finitura carbonio UD o grafica rossa.

FSA k-force XC_02Dal manubrio all’attacco il passo è molto breve… Si chiama OS-99 CSI e, anche se il nome è un po’ criptico, le sue caratteristiche parlano chiaro. Per cominciare, CSI sta a indicare il processo di realizzazione (Carbon Structural Integration), che prevede un corpo in alluminio 2014 forgiato in 3D e lavorato dal pieno, successivamente avvolto da una pelle di fibra di carbonio unidirezionale. Grazie anche all’utilizzo di viteria in titanio e alle lavorazioni della testa si è contenuto il peso in 126 grammi nella versione da 100 mm. A proposito di numeri, ha inclinazione di ±6°, è compatibile con manubri da 31,8 mm e offre la possibilità di scegliere fra 6 misure: 80, 90, 100, 110, 120 e 130 mm.

Per info

Articoli correlati

Continua...

Shimano S-Phyre, ogni Watt è prezioso

Dopo la linea di scarpe presentate lo scorso anno, ecco arrivare tutto ciò che ci vuole per completare il look: maglie,...
15 gennaio 2017
Continua...

Nuova Pinarello Dogma F10

Sarà la regina del catalogo Pinarello e il cavallo di battaglia degli atleti del Team Sky.
13 gennaio 2017
Continua...

Pedala a ritmo di musica

Arriva una nuova collezione di indumenti, in edizione limitata, per gli appassionati di ciclismo.
09 gennaio 2017
Continua...

Ecco le nuove assistite Thok, MIG e MIG-R

Bruciate in poco tempo le 20 limited edition con cui il marchio italiano si è presentato al mondo, sono ora disponibili...
22 dicembre 2016