Gravel Road Challenge, secondo atto

Sarà lo splendido entroterra di Punta Ala a ospitare la seconda puntata del Gravel Road Challenge, antipasto di quello che diventerà un vero e proprio circuito.

Pubblicato martedì 06 settembre 2016 · da

Il bello della 1ª edizione del Punta Ala Gravel Road Challenge, in calendario domenica 18 settembre, è che si può decidere di viverla come una gara o come una fantastica opportunità di vivere il territorio. I più competitivi possono darci dentro nelle tre prove speciali cronometrate, tutti gli altri possono invece godersi in compagnia, a un ritmo rilassato, tutti gli 80 km di panorami da cartolina della costa maremmana e assaporare le tipicità enogastronomiche toscane. 
Noi di RED ci saremo anche questa volta, dopo la prima puntata disputata a Treiso, perché amiamo anche questo modo di interpretare la bici che unisce al piacere della prestazione la scoperta del territorio, con i suoi sapori e tradizioni.     

Foto Alex Boyce.

Partenza e traguardo sono fissati presso il paddock eventi del PuntAla Camping Resort, in provincia di Grosseto, una struttura turistica affacciata sul mare e attrezzata per ospitare i biker con servizi ad-hoc per gran parte dell’anno. Ci si avvierà lungo la strada panoramica delle Dogane, che collega Punta Ala a Castiglione della Pescaia. Il tratto, completamente sterrato, offrirà scorci mozzafiato sulle calette e l’azzurro dell’Arcipelago Toscano fino alle Rocchette. Dopo l’attraversamento del borgo medievale di Castiglione della Pescaia, ecco la prima prova speciale, che terminerà alla Fattoria delle Mortelle e che comprende il primo ristoro, a base di assaggi di vini accompagnati da frutta fresca di produzione locale.

Foto Alex Boyce.

Ripreso fiato, ci si sposterà in salita verso l’insediamento etrusco di Vetulonia, per la seconda prova speciale. Ad attendere i biker ci sarà poi una bella e panoramica discesa seguita da una nuova salita fino a Tirli, da cui si potrà ammirare nuovamente il mare e tutto il golfo di Punta Ala e Follonica. Il ristoro successivo sarà posizionato nella suggestiva Marina di Scarlino. L’ultima prova speciale si disputerà nella rinomata spiaggia di Cala Violina. Le tre prove speciali cronometrate, sterrate lunghe dai 3 ai 5 km, sono facoltative: il risultato finale della gara, per chi vorrà viverne anche l’aspetto agonistico, sarà dettato dalla somma delle singole prove speciali. L’arrivo sarà presso il PuntaAla Camping Resort, dove ci si potrà riposare dalla fatica all’ultimo ristoro a base di specialità locali.

Foto Alex Boyce.

La quota di partecipazione, che include anche i ristori, è di 30 euro (35 euro per la competitiva). Le iscrizioni si possono effettuare on line sul sito My SDAM.
E se volete partecipare ma non avete la bici adatta? Nessun problema. Non solo potrete trovarla sul posto, ma addirittura contare su una mitica Ritchey Swisscross Disc, con la quale decidere di fare un semplice test o correrci tutta la gara. Per prenotarsi occorre contattare il marchio (partner dell’evento) a questo link.


Per info: [email protected]

 

Articoli correlati

Continua...

Shimano S-Phyre, ogni Watt è prezioso

Dopo la linea di scarpe presentate lo scorso anno, ecco arrivare tutto ciò che ci vuole per completare il look: maglie,...
15 gennaio 2017
Continua...

Nuova Pinarello Dogma F10

Sarà la regina del catalogo Pinarello e il cavallo di battaglia degli atleti del Team Sky.
13 gennaio 2017
Continua...

Pedala a ritmo di musica

Arriva una nuova collezione di indumenti, in edizione limitata, per gli appassionati di ciclismo.
09 gennaio 2017
Continua...

Ecco le nuove assistite Thok, MIG e MIG-R

Bruciate in poco tempo le 20 limited edition con cui il marchio italiano si è presentato al mondo, sono ora disponibili...
22 dicembre 2016