SpecializedFUCICover

Specialized fUCI, la bici no-limits

“f(**k) UCI”, ossia: come sarebbero le bici da corsa senza i limiti imposti dall’Unione Ciclistica Internazionale? Ecco la risposta di Specialized

Pubblicato mercoledì 23 settembre 2015 · da

L’Unione Ciclistica Internazionale è l’organizzazione mondiale che coordina l’attività agonistica internazionale del ciclismo, cui fanno capo tutte le federazioni ciclistiche nazionali riconosciute ed affiliate. Abbiamo imparato a conoscerla non tanto per la sua attività quanto per le sue regole, anzi, più che altro per i suoi divieti: quelli riguardanti, ad esempio, i dischi dei freni sulle biciclette da corsa (ora in fase di sperimentazione); oppure quelli sulla grandezza delle ruote; o ancora quelli relativi all’aerodinamica e alle carenature in particolare. Infine, i limiti di peso.

SpecializedFUCI00003

Regole ferree che Robert Egger, direttore creativo di Specialized, ha voluto violare. Per gioco o per provocazione, Egger ci dà un’idea di come sarebbero le biciclette da corsa se i progettisti avessero carta bianca.

Ci sarebbero probabilmente le carenature e il cupolino. La ruota anteriore secondo Egger sarebbe più piccola di quella posteriore (che misura ben 33.3 pollici come scritto sul cerchio), un po’ come le bici da record dell’ora di un tempo. Non mancherebbe il codino, per un risultato aerodinamico oltre che estetico che avvicina la fUCI a una moto da pista.

Una ruota di queste dimensioni girerebbe bene, anche se per metterla in movimento ci vorrebbero gambe adeguate. Oppure bisognerebbe affidarsi al propulsore elettrico nascosto nel movimento centrale e alimentato da una batteria al litio. Se si scarica la batteria? Niente panico, c’è persino un pannello solare.

SpecializedFUCI00005

Come sui mezzi di trasporto più moderni è possibile interagire con la fUCI attraverso il proprio smartphone, per comandare ad esempio le luci (c’è comunque una cellula crepuscolare che le fa accendere in automatico quando fa buio)  o per monitorare la pressione degli pneumatici. Insomma più che una bici attuale, la fUCI sembra la bici dei pronipoti, ma dà un punto di vista interessante di come potrebbe essere il mondo del 2Senza senza i limiti imposti da regolamenti, a volte giusti, a volte eccessivi o inutili. Ma, detto questo correre con una bici del genere non è obbligatorio, per cui ci chiediamo: perché non produrla lo stesso?

Articoli correlati

Continua...garmin_triennale-72

Garmin e Zanardi: oltre ogni limite

Migliorare si può: i grandi dello sport lo hanno dimostrato e raccontato nel corso di una serata milanese in cui si è dato...
02 dicembre 2016
Continua...ven_beretta009

RED Weekend 1-4 dicembre, idee per muoversi

Ecco le nostre proposte per il fine settimana.
30 novembre 2016
Continua...garmin_vivoactive02

Garmin vívoactive HR

Il nuovo dispositivo da polso permette di praticare un gran numero di attività sportive potendo contare su funzioni professionali....
25 novembre 2016
Continua...shimano_deore_xt_di2__2017_01

Shimano Deore XT Di2, più elettronica per tutti

Il fratello minore, ma nemmeno troppo, dell'XTR.
23 novembre 2016