LombardoTouringAlfine00011

Prova Lombardo Touring Alfine

Tecnologia e classe non mancano a questa bici in alluminio con accessori in pelle griffati Brooks e cambio interno al mozzo posteriore a 8 velocità. Per la città o il turismo leggero, costa 1.029 euro

Pubblicato lunedì 07 settembre 2015 · da
LIVE RIDE

LIVE
Dopo essersi diffuso tra il popolo dei ciclisti urban e touring e aver esplorato il segmento MTB d’alta gamma (leggi qui la nostra prova della lombardo Cortina 27,5), il marchio trapanese propone una bicicletta elegante e dalle prestazioni interessanti, dedicata alla città e al turismo leggero.

LombardoTouringAlfine00006

Si chiama Touring Alfine e già nel nome di questa Lombardo c’è uno dei suoi aspetti più interessanti, il cambio interno al mozzo Shimano Alfine a 8 velocità, uno dei più raffinati oggi sul mercato.
Fuori non si vede nulla (né cassetta pignoni né deragliatore) perché tutti gli ingranaggi sono all’interno del mozzo, che è un po’ più grande del normale. ll sistema funziona grazie a un meccanismo epicicloidale, cioè una serie di ingranaggi collegati tra loro che consentono al guscio esterno del mozzo medesimo di girare a una velocità diversa, a seconda del rapporto inserito, di quella alla quale gira il pignone.
I vantaggi rispetto a un cambio tradizionale sono molti, a partire dall’assenza di manutenzione, passando per la velocità di cambiata, fino al fatto che si può cambiare anche a bicicletta ferma. Tra gli svantaggi c’è il peso maggiore rispetto al cambio tradizionale, oltre al fatto che smontando la ruota posteriore il cavo del cambio resta attaccato al mozzo (a meno di volerlo staccare, ma poi reinserirlo è davvero molto complicato).

Il cambio non è l’unico componete pregiato di questa bici, che dispone di un sistema frenante idraulico a disco, marchiato anch’esso Shimano Alfine, e di una dinamo integrata nel mozzo anteriore. Manopole e sella in pelle marrone sono della rinomata azienda britannica Brooks.

LombardoTouringAlfine00013

Telaio e forcella della Lombardo Touring Alfine sono in alluminio, con sterzo integrato conico che misura 1”, 1/8. Alla bilancia fa segnare 14,5 kg, non proprio una piuma, ma i componenti sono “di peso”. Il prezzo? Anch’esso in linea con la qualità dei componenti: 1.029 euro

Articoli correlati

Continua...canyon-endurace-48

Test Canyon Endurace CF SLX 9.0

Tante promesse, e pesanti, ma la Endurace si dimostra all'altezza delle aspettative.
21 novembre 2016
Continua...de-rosa-sk-pininfarina-53

Prova De Rosa SK Pininfarina

Ideata per i cultori del Made in Italy, punta su finiture, componentistica e design.
14 novembre 2016
Continua...grc_puntaala_2016_010

Prova Ritchey Swiss Cross. Idillio alla Gravel Road Challenge

Una storia d'amore nata fra le vigne toscane, in un weekend di nuvole dense e cucina impegnativa.
03 novembre 2016
Continua...dedacciai_road_test_2016_01

Test Dedacciai Vertigine

Performante e leggera, destinata a chi passa molte ore in sella ma non disdegna le gare in circuito.
03 novembre 2016