Una sportiva, anzi supersportiva, 100% elettrica. Sebbene non si tratti di un’idea particolarmente originale, l’Audi R8 e-tron è in cantiere già da tempo e Porsche ha recentemente presentato il progetto Mission E che anticipa la “baby Panamera” a zero emissioni, Aston Martin crede in questa formula ed entro due anni avvierà la produzione in serie della nuova RapidE.

AstonMartinRapideS-004

Derivata dalla nota Rapide S, mossa da un V12 5.9 aspirato da 560 cv, l’inedita coupé quattro porte elettrica, al momento allo stato di concept, è stata svelata a Londra alla presenza del principe William e del presidente cinese Xi Jinping; un debutto da nulla! Sebbene sviluppata in Inghilterra, la vettura sarà infatti prodotta grazie al contributo del fondo China Equity. Prendendo spunto dalla specialista in auto elettriche Tesla, verrà proposta in due configurazioni identiche strutturalmente ma distinte per prezzo e prestazioni. Uno step, definito “standard” da 550 cv, e una versione “high performance” da 800 cv a fronte di un’autonomia attesa di 320/350 km con una ricarica.

AstonMartinRapideS-000

Il pacco batterie verrà prodotto dagli specialisti LG o Samsung, fornitori delle celle destinate alla futura SUV elettrica Audi al debutto nel 2018, mentre già si vocifera di una successiva evoluzione della vettura, a trazione integrale e dotata di due motori. Si tratterebbe, nel dettaglio, di una vera e propria hypercar dotata di un propulsore elettrico in corrispondenza di ciascun assale, così da poter contare su 1.000 cv. James Bond l’approverebbe! Frattanto, circolano le prime indiscrezioni sul “prezzo d’attacco”, si fa per dire, della futura RapidE: 250.000 euro. Circa 50.000 euro in più rispetto all’attuale Rapide S 5.9 V12.