È il quinto frutto di un albero tanto esclusivo quanto raffinato: la Vanquish Concept realizzata in collaborazione tra l’Aston Martin e la carrozzeria Zagato è un omaggio allo stile e alla fibra di carbonio. Una perla ospitata dalla prestigiosa conchiglia del Concorso d’eleganza di Villa d’Este.

AstonMartinVanquishZagato-001

Un design unico, o meglio un crogiolo di stilemi: la show car inglese attinge ai gruppi ottici posteriori tipici delle creazioni dell’atelier milanese, ma al tempo stesso rende omaggio ai tratti della supercar da 800 cv Vulcan, destinata esclusivamente alla pista, così come alle sportive, anch’esse Made in Gaydon, One-77 e, specie per quanto riguarda le soluzioni aerodinamiche, DB11. Da quest’ultima mutua infatti gli Aeroblade, vale a dire i canali per l’aria ricavati in corrispondenza dei montanti posteriori, attivi quali alettoni virtuali. Ai pannelli integralmente in carbonio della carrozzeria – una scelta tecnica analoga alla Vanquish di serie – si accompagnano uno spoiler retrattile e, elemento di rottura rispetto alla tradizione, un portellone che facilita l’accesso al vano di carico.

AstonMartinVanquishZagato-002

Non poteva che avere “le gobbe”: il tetto dall’andamento a onda – altresì definito a doppia bolla – è un omaggio ai modelli Zagato prodotti a partire dagli Anni ’50. Una soluzione nata originariamente per agevolare l’utilizzo del casco in abitacolo, ora divenuta tratto distintivo della carrozzeria milanese, che si accompagna a un retrotreno dalle linee levigate, flessuose. La Casa inglese e l’atelier meneghino celebrano così cinquant’anni di collaborazione; una partnership nata nel 1960 con la DB4 GT Zagato e ora festeggiata con i 600 cv della Vanquish concept presentata a Villa d’Este.

AstonMartinVanquishZagato-006

4L’intramontabile 12 cilindri a V 48V di 5.935 cc, come accennato, arriva a erogare 600 cv – anziché gli originari 576 cv – in forza del sistema d’aspirazione più rettilineo, della certosina riduzione degli attriti interni e dell’adozione di un impianto di scarico maggiormente “aperto”, garante di minori valori di retropressione. Invariato il cambio automatico a 8 rapporti del tipo mediante convertitore di coppia. Nata come esercizio di stile, la Vanquish Zagato potrebbe essere realizzata in piccola serie a un prezzo decisamente elitario, ben superiore ai 268.000 euro necessari per acquistare la vettura base.

AstonMartinVanquishZagato-008