E che berlina compatta sia! A trazione anteriore. BMW Concept Compact Sedan, presentata in occasione del Salone cinese di Guangzhou, anticipa un futuro modello di serie, simile nelle dimensioni a Serie 1 e Serie 2 Coupé e caratterizzato dalla trazione anteriore o integrale. Una rivoluzione per la Casa dell’Elica, da sempre fedele alle 2WD al retrotreno per le proprie berline.

BMW CONCEPT SEDAN

Non tradisce il DNA sportivo BMW, sebbene adotti la piattaforma modulare UKL comune ai modelli MINI e condivisa sia con Serie 2 Active Tourer sia con la nuova crossover X1. Una scelta tecnica che porta in dote, come accennato, la trazione anteriore o integrale e l’impiego dei motori TwinPower Turbo a tre o quattro cilindri a collocazione trasversale. Un piccolo terremoto all’interno della gamma tedesca, che vede così crescere la presenza di modelli non “tutto dietro”, a testimonianza di una globalizzazione sempre più marcata del brand e della necessità di scendere a compromessi con esigenze d’abitabilità e comfort “ostili” alla trazione posteriore.

BMW CONCEPT SEDAN

Caratterizzata dalla configurazione della carrozzeria a tre volumi – particolarmente apprezzata in Estremo Oriente – Compact Sedan Concept adotta gruppi ottici a LED e mutua dalla più recente produzione BMW le soluzioni multimediali e d’infotainment. Quanto ai motori, potrebbe condividere con X1 i 4 cilindri 2.0 turbo a iniezione diretta di benzina da 192 o 231 cv oppure il quadricilindrico 2.0 td da 150, 190 o 231 cv (quest’ultimo biturbo), così come i tricilindrici di derivazione MINI 1.5 turbo benzina da 135 cv e 1.5 td da 116 cv. Nessuna novità rilevante sotto il profilo delle trasmissioni: al classico cambio manuale a 6 rapporti si affiancherebbero le note unità automatiche a 6 o 8 rapporti Steptronic del tipo mediante convertitore di coppia.

BMW CONCEPT SEDAN