Quando hai un passato nobile, una storia da onorare e una tradizione da rispettare, solitamente non ti lanci in colpi di testa stravolgendo tutto quanto costruito nel tempo. A meno che tu sia Corvette e voglia diventare molto, molto europea. Quindi bye bye motore anteriore e benvenuta collocazione centrale del propulsore. Una rivoluzione.

CorvetteC8-001
Il probabile design della futura C8

Era dal 1953, anno di nascita della prima generazione, che Corvette vedeva il motore collocato anteriormente. Dopo oltre sessant’anni, l’ottava serie della muscle car a stelle e strisce cambia tutto. Una mutazione genetica con profonde conseguenze sull’estetica, dal momento che il chilometrico cofano anteriore, elemento sinora distintivo del modello, avrà in futuro uno sviluppo longitudinale meno marcato. Parallelamente, al retrotreno debutterà un lunotto in vetro destinato a lasciar intravedere il propulsore. Sotto il profilo tecnico, la ripartizione dei pesi sarà più bilanciata che in passato e la trazione, da tradizione posteriore, ne risulterà avvantaggiata.

CorvetteC8-002

Mira in alto. Senza mezzi termini. Tanto in alto da, secondo rumors interni al Gruppo GM, permettersi d’insidiare le supercar Ford GT, Ferrari 488 GTB e Lamborghini Huracan. Un’affermazione forse un po’ troppo ottimistica, dal momento che difficilmente Corvette abbandonerà l’alluminio in favore del carbonio per la realizzazione della nuova scocca, a meno di proiettarsi in un universo dove il prezzo attuale della C7 Stingray “base”, vale a dire 82.900 euro, sarà considerato tutt’al più un acconto. Certo è che, attesa al debutto nel 2018, C8 potrà quasi certamente contare su di un V8 da almeno 650 cv. Probabilmente derivato dall’unità attualmente appannaggio della versione Z06, caratterizzata da una cubatura di 6,2 litri, dall’iniezione diretta della benzina e dalla sovralimentazione mediante compressore volumetrico.

CorvetteC8-004

Vige il massimo riserbo in merito alla trasmissione della futura generazione di Corvette, ma è assai plausibile l’adozione del cambio automatico a 8 rapporti del tipo mediante convertitore di coppia attualmente appannaggio di Z06 – peraltro destinata a restare sul mercato sino al 2021 – considerato da General Motors più rapido persino della soluzione Porsche a doppia frizione PDK a 7 rapporti. Il guanto di sfida alle supercar europee è lanciato!