BMWVisionNext100-apertura

BMW Vision Next 100: il Transformer del futuro

BMW festeggia il primo secolo di vita con una futuristica concept coupé a guida autonoma o tradizionale a elevata assistenza. I segnali d’allarme sfruttano il movimento tridimensionale della carrozzeria.

Pubblicato lunedì 14 marzo 2016 · da

Manifesto del pensiero BMW sulla mobilità del futuro, la Vision Next 100 – che festeggia il primo secolo di vita della Casa di Monaco – è una concept che anticipa i futuri modelli ibridi ed elettrici a guida autonoma del marchio bavarese. Sviluppata sulla base dei contenuti irrinunciabili secondo BMW per un’auto premium, mira alla massima personalizzazione in funzione delle esigenze e dei gusti del cliente.

BMWVisionNext100-001

Parola d’ordine entertainment: la connettività e la possibilità d’impiegare in modi diversi il tempo “liberato” dalla guida autonoma saranno alla base dell’offerta BMW. La vettura imparerà inclinazioni e abitudini del conducente, adattandovisi istantaneamente. E il piacere di guida, da sempre fiore all’occhiello del brand dell’Elica? Salvo! Perché i veicoli potranno comunque essere condotti in prima persona. Un’interpretazione fuori dagli schemi della mobilità autonoma che s’accompagna a una linea decisamente sportiva, caratterizzata dalla carrozzeria coupé – è lunga 4,9 metri e beneficia di portiere ad apertura verticale – e al sistema Alive Geometry che porterà in dote due modalità d’utilizzo: Ease, con volante e consolle a scomparsa, dato che l’auto si gestisce in proprio, oppure Boost, con il guidatore protagonista.

BMWVisionNext100-017

Come sarà possibile far convivere guida autonoma e tradizionale? Semplice: dotando il conducente di strumenti futuristici quali la proiezione lungo il parabrezza della traiettoria ideale e il suggerimento tanto della velocità d’ingresso in curva quanto degli “aggiustamenti” da effettuare durante la fase di percorrenza, massimizzando così sia la resa dell’auto sia la sicurezza. In estrema sintesi, il guidatore verrà aiutato a essere più abile, beneficiando oltretutto della proiezione mediante head-up display delle informazioni abitualmente affidate al cruscotto nonché della massima espressione della tecnologia Alive Geometry, vale a dire la fornitura di segnali d’avviso mediante il movimento tridimensionale della superficie della vettura. 800 micro triangoli scorreranno lungo tre direzioni per segnalare, ad esempio, l’avvicinarsi di un ciclista, carenando al tempo stesso le ruote quando sarà necessario ridurre la resistenza aerodinamica. Con Vision Next 100, BMW inaugura un (nuovo) secolo d’innovazioni.

BMWVisionNext100-013

 

Articoli correlati

Continua...BMWSerie72016-009

Prova BMW Serie 7 2016, il lusso va di fretta

Regala esperienze sensoriali uniche e sensazioni di di guida insospettabili per un’auto di queste dimensioni.
24 settembre 2015
Continua...BMWSerie2GranTourer-apertura

Prova BMW Serie 2 Gran Tourer

La seconda monovolume della storia BMW cresce di 21 cm in lunghezza e accoglie sino a sette passeggeri.
29 maggio 2015
Continua...BMWSerie32015-apertura

BMW Serie 3 2015: a tutta sostanza

La berlina e wagon tedesca vede crescere la potenza dei propulsori a fronte di un calo generalizzato dei consumi.
11 maggio 2015
Continua...BMWSerie2GranTourer-apertura

BMW Serie 2 Gran Tourer: la regola del 7

La seconda monovolume della storia BMW cresce di 21 cm in lunghezza e accoglie sino a sette passeggeri.
11 febbraio 2015