CitroenCxperience-apertura

Citroën Cxperience: profumo di C5

La show car francese anticipa una futura berlina di segmento D, probabile erede dell’attuale C5. Al powertrain ibrido plug-in da 300 cv si accompagnano soluzioni hi-tech in abitacolo.

Pubblicato martedì 13 settembre 2016 · da

Sarà l’erede della C5? In occasione del Salone di Parigi, Citroën presenterà la concept Cxperience, destinata ad anticipare una berlina di grandi dimensioni appartenente al segmento D e prossima ai 4,85 metri di lunghezza.

CitroenCxperience-003

Mossa da un powertrain ibrido plug-in, la show car francese può contare su di un interasse generoso, prossimo ai 3 metri, a tutto vantaggio del comfort degli occupanti del divanetto, e sull’apertura a libro delle portiere, così da agevolare l’accessibilità alla seconda fila di sedili. Alla massima attenzione all’alloggiamento dei passeggeri si accompagnano soluzioni agli antipodi: da un lato hi-tech come nel caso dell’aerodinamica attiva, dei sedili a memoria di forma, dei retrovisori laterali sostituiti da telecamere e del design ispirato al mondo dell’architettura, dall’altro rétro, ad esempio nella scelta di un volante monorazza, omaggio al passato della Casa del Double Chevron.

CitroenCxperience-001

Sotto il profilo tecnico spicca la presenza di un gruppo propulsivo ibrido plug-in con un motore endotermico alimentato a benzina, accreditato di una potenza massima complessiva di 300 cv così da percorrere sino a 60 km in modalità puramente elettrica a fronte di una ricarica rapida (2 ore e 30 minuti) delle celle da 13 kWh. La trasmissione si affida a un cambio automatico a 8 rapporti collocato trasversalmente così da ospitare uno dei due motori a zero emissioni, mentre la seconda unità alimentata a batteria si trova al retrotreno, onde portare in dote la trazione integrale priva di connessioni meccaniche. Inedite le sospensioni a controllo elettronico: promettono un comfort degno degli storici componenti idropneumatici, pietra miliare del marchio.

CitroenCxperience-002

A una meccanica moderna, ma non rivoluzionaria – a testimonianza di come Cxperience Concept sia vicina alla conversione in un modello di serie – si accompagna una plancia dominata dal display da 19 pollici del sistema d’infotainment che consente di gestire le funzioni principali della vettura, riducendo la presenza dei comandi fisici in abitacolo. Funzioni che, oltretutto, possono essere impostate mediante smartphone oppure, limitatamente alla climatizzazione e all’entertainment, anche grazie ai tablet a disposizione dei passeggeri posteriori. Tutte le persone a bordo potranno dialogare “privatamente” grazie a microfoni e altoparlanti annegati negli appoggiatesta oppure ascoltare individualmente la musica preferita, mentre la ConnectedCAM in corrispondenza del retrovisore centrale, presentata in anteprima con la compatta C3, permetterà di registrare immagini e video.

CitroenCxperience-009

Articoli correlati

Continua...CitroenC32017-apertura

Citroën C3 2017: volta pagina

La nuova generazione della compatta francese riprende alcuni elementi stilistici della crossover C4 Cactus e può contare...
29 giugno 2016
Continua...CitroenC3Max-012

Prova Citroën C3 Max

Al grido di “be different” Citroën s’inventa la C3 Max.
16 giugno 2016
Continua...CitroenUnconventionalTeam_08

Citroën, motori e sport fuori dagli schemi

Parte il progetto “Unconventional Team”: 8 campioni in 6 sport di scivolamento interpreteranno i valori fondanti del...
30 maggio 2016
Continua...Thomas Brémond @ Dream On Productions

Citroën C4 Picasso e Grand C4 Picasso 2016: new age

Le monovolume francesi, ristilizzate, possono contare su di una dotazione di sicurezza nettamente più ricca che in passato...
11 maggio 2016