Vision Tokyo

Mercedes-Benz Vision Tokyo: guida da sola a impatto zero

Dimenticate Apple, Google e Tesla: la Casa tedesca vuole il primato nella guida autonoma: la concept Vision Tokyo è futuristica, alimentata a idrogeno e con un’autonomia di 980 km.

Pubblicato domenica 01 novembre 2015 · da

M’avete provocato? E mo’ ve distruggo!”. Vision Tokyo è la risposta Mercedes-Benz a Tesla, Apple, Google e quanti si sono autoproclamati pionieri della guida autonoma. Uno schiaffo a cinque dita in pieno volto. Così, giusto per ristabilire gli equilibri…

Mercedes-Benz Concept Tokyo 2015

Il design al servizio della funzionalità: dato che la vettura è in grado di muoversi senza apporto umano, sebbene il guidatore possa occasionalmente occupare il singolo sedile anteriore ricorrendo a un volante a scomparsa, l’abitacolo è quanto di più simile a un salotto per cinque persone. Le tradizionali sedute vengono sostituite da un divanetto che si sviluppa lungo l’intera fiancata opposta all’unica portiera. Quest’ultima si apre scorrendo verso l’alto, mentre l’intera cintura dell’auto – contrariamente alle apparenze – rinuncia ai cristalli in favore di una serie di schermi LCD. Al centro dell’ambiente comune spicca un sistema olografico che proietta le icone virtuali mediante le quali è possibile dialogare con il sistema di bordo e interfacciarsi con il mondo esterno. A confronto, la nave stellare Enterprise diventa un rudere…

Vision Tokyo

È l’auto per la Generazione Z, vale a dire destinata ai giovani d’oggi, interessati pressoché esclusivamente alla comunicazione digitale e alla condivisione virtuale. La connessione di bordo è totale e debuttano sistemi innovativi non solo per la gestione del veicolo, ma anche per l’adattamento ai gusti, all’umore e alle preferenze dei passeggeri. La vettura “impara” dalle persone anticipandone abitudini e desideri. E la linea? Da monovolume di dimensioni generose – Vision Tokyo è lunga 4,8 metri – con cerchi monstre da 26 pollici a sezione centrale illuminata in blu. Sotto il cofano, infine, batte… non batte assolutamente nulla! Il futuro non è a combustione, bensì elettrico. O meglio elettrico con alimentazione mediante fuel cell a idrogeno che garantiscono un’autonomia di 980 km. Nella corsa alla guida autonoma e alla mobilità a impatto zero, Mercedes-Benz non intende fare da comprimaria.

Mercedes-Benz Concept Tokyo 2015

 

Articoli correlati

Continua...Mercedes-Benz GLE, W 166,  face lift 2015

Prova Mercedes-Benz GLE & GLE Coupé

Addio alla ML e spazio alla GLE. Per chi vuole più sportività c'è la GLE Coupé. Che con il V8 biturbo AMG emoziona.
07 ottobre 2015
Continua...Mercedes-Benz Fahrvorstellung GLC Elsass 2015

Mercedes-Benz GLC, il primo assaggio

Un assaggio molto gustoso, che ha soddisfatto il palato soprattutto con la prova off-road, fra ostacoli artificiali e na...
22 settembre 2015
Continua...Mercedes-Benz “Concept IAA” (Intelligent Aerodynamic Automobile). Die Studie schaltet ab einer Geschwindigkeit von 80 km/h automatisch vom Design-Modus in den Aerodynamik-Modus und verändert durch zahlreiche aktive Aerodynamik-Maßnahmen ihre Gestalt. Das Fahrzeug erreicht dadurch einen cw-Wert von 0,19.
The study switches automatically from design mode to aerodynamic mode when the vehicle reaches a speed of 80 km/h, whereby numerous aerodynamics measures alter the shape of the vehicle with a Cd value of 0.19

Mercedes-Benz Concept-IAA: un vero transformer

La show car tedesca ibrida plug-in può contare su 279 cv e un raffinato sistema d’aerodinamica attiva: le appendici modificano...
16 settembre 2015
Continua...Mercedes-AMG C 63 S Coupé (C 205) 2015; Exterieur: designo diamantweiß  bright, Night Paket
exterior: designo diamond white bright, night package

Mercedes-AMG C63 Coupé: 510 cv per la S

La versione high performance di Classe C Coupé adotta il V8 4.0 biturbo a iniezione diretta di benzina della supercar AMG...
22 agosto 2015