Il Salone di Francoforte ha tenuto a battesimo la nuova Renault Megane berlina che porta una piccola rivoluzione nel segmento C del marchio della Losanga. Tuttavia, Ancora piuttosto fresca di un restyling arrivato nel 2014 assieme a un’iniezione di tecnologia, la Megane Sportour attuale ha ancora buone carte in mano per giocare una partita da vincente. Soprattutto nell’allestimento Limited, il più completo che con la classica formula del tutto compreso non fa mancare praticamente nulla al suo proprietario. Nel suo prezzo di 23.000 euro tondi, la Megane Sportour Limited riesce, infatti, a comprendere una dotazione di tutto rispetto: dai cerchi in lega da 16 pollici ai “privacy glass”, passando per i retrovisori in nero brillante (ripiegabili elettricamente) e –internamente- dal volante in pelle, climatizzatore automatico bi zona, parking radar posteriore, cruise control e limitatore di velocità.

RenaultMeganeSportour-001I motori ormai sono una garanzia, in questo campo la casa della regie ha fatto un ottimo lavoro, sia per quel che riguarda i motori a benzina sia, soprattutto, per quanto riguarda il motore dCi, vero “core business” per la famiglia Megane, soprattutto nella versione 1.5 dCi da 110 cavalli della Sportour in prova. È lui il motore più sobrio in gamma, con percorrenze dichiarate di oltre 28 km/l a fronte di 90 g/km di CO2. L’abitacolo è caratterizzato anche dal monitor del sistema R-Link, con schermo touchscreen da 7 pollici portato al debutto da Clio e Captur e approdato successivamente anche sulla Megane. Parlando di ausili alla guida, troviamo anche il sistema Visio System e il Parking Camera, la telecamera posteriore che aiuta nelle manovre di parcheggio.