- Pubblicità -

Honda mira senza mezzi termini a tornare ai vertici tecnologici del settore automotive. Dopo la presentazione della supercar ibrida NSX, forte di ben tre motori elettrici, la Casa giapponese mostra di apprezzare la “regola del tre”, introducendo il primo cambio a tripla frizione al mondo.

NSX Exterior

Per ora si tratta solamente d’indiscrezioni, ma voci di corridoio affidabili parlano di un’inedita trasmissione corredata di tre frizioni e in grado di gestire 11 marce. Si tratterebbe, nel dettaglio, di un’unità derivata dal cambio a doppia frizione e 9 rapporti utilizzato dalla citata NSX. Il sistema si affiderebbe a tre alberi – quindi con un elemento in più rispetto ai tradizionali doppia frizione – sui quali verrebbero installati i gruppi di ingranaggi chiamati a costituire le marce. Sotto il profilo pratico, l’effetto cui mira questa tecnologia è scongiurare, o quantomeno attenuare marcatamente, la diminuzione di giri da parte del motore da una cambiata all’altra, così da consentire al propulsore di lavorare costantemente a un regime ottimale.

HondaTripleClutch-001

I benefici del cambio a tripla frizione Honda dovrebbero consistere essenzialmente in una riduzione dei consumi, un incremento del comfort e una rapidità nei passaggi di marcia sconosciuta alle trasmissioni tradizionali. Al momento Honda non ha confermato le tempistiche per l’immissione sul mercato del sistema triple clutch, destinato non tanto a una supersportiva quale la nuova NSX, quanto piuttosto a una vettura votata al comfort come, ad esempio, la wagon Civic Tourer o, piuttosto, la crossover CR-V. Ulteriori informazioni verranno comunicate durante il Salone di Parigi, in calendario dal 1 al 16 ottobre.

HondaCivicTypeRConcept-004