Hanno rotto gli argini, e ora stanno dilagando. Dopo essersi fregiati della definizione premium per la SUV Sorento, dopo aver presentato una moderna berlina ibrida plug-in quale la Optima e dopo aver rivoluzionato la linea della best seller Sportage, ora i Coreani di Kia si spingono oltre, attaccando il segmento delle crossover di grandi dimensioni. E di gran lusso.

Telluride

Si chiama Telluride, è dedicata principalmente al mercato americano e al momento è una concept. Lunga ben 5 metri e basata su di una piattaforma dall’interasse superiore di oltre 30 cm rispetto a Sorento, beneficia di una linea squadrata che richiama alla mente la compatta Soul, mentre le portiere si aprono a libro, a tutto vantaggio dell’accessibilità posteriore. Una soluzione tutt’altro che scontata.

Telluride

In America, complici i generosi incentivi statali, le motorizzazioni ibride sono sempre più apprezzate. La Telluride abbina così un V6 a benzina da 3,5 litri da 270 cv a un’unità elettrica da 130 cv; ne consegue una potenza complessiva di 400 cv scaricata a terra grazie alla trazione integrale. Più che nella meccanica, però, la grande innovazione della grande SUV Kia risiede in abitacolo, non tanto per la configurazione a sette posti con la fila centrale che vede i sedili trasformarsi, all’occorrenza, in chaise longue, quanto piuttosto per la realizzazione della plancia mediante elementi stampati in 3D, laddove l’interfaccia con il guidatore è affidata a schermi digitali ampiamente personalizzabili. Telluride, che anticipa la futura SUV di grandi dimensioni del brand coreano, nasce per essere dotata del sistema di guida autonoma Kia, presentato in occasione del CES di Las Vegas e desinato a entrare in produzione entro il 2020.

Telluride