Ha avuto una gestazione lunga quanto il completamento della Sagrada Familia. Maserati Levante, la prima SUV della storia della Casa del Tridente, è finalmente realtà. Svelata al mondo in sordina, durante la notte, a causa dell’ennesima fuga d’immagini. Un debutto “riparatore” che lascia l’amaro in bocca…

MaseratiLevante-003

Terzo capitolo del rinnovamento della gamma Maserati, raccoglie da Quattroporte e Ghibli il testimone per il rilancio del brand. Sotto il profilo estetico appare un mix tra i tratti caratteristici della concept Kubang, presentata al Salone di Francoforte nel 2011, e della show car Alfieri; vale a dire la coupé mostrata lo scorso anno a Ginevra. Da quest’ultima, in particolare, Levante riprende l’abitacolo arretrato, il cofano motore con un notevole sviluppo in lunghezza e i parafanghi caratterizzati da un marcato andamento longitudinale che si raccorda con le linee di coda.

MaseratiLevante-001

Basata sulla medesima piattaforma della Ghibli, opportunamente adattata, e destinata a essere prodotta nello stabilimento di Mirafiori, potrà contare su sospensioni adattive pneumatiche a controllo elettronico. Rivale diretta di Porsche Cayenne, da Ghibli e Quattroporte mutuerà il sistema di trazione integrale Q4, il cambio automatico a 8 rapporti con convertitore di coppia e i motori. Sotto il cofano pulseranno infatti un V6 3.0 td da 275 cv – garante di uno scatto da 0 a 100 km/h in 6,9 secondi – e un benzina Made in Maranello, pertanto d’origine Ferrari. Più precisamente il V6 3.0 biturbo a iniezione diretta negli step da 350 e 430 cv; quest’ultimo accreditato di un’accelerazione da 0 a 100 km/h in 5,2 secondi. E una soluzione ibrida plug-in? Non è affatto esclusa.

MaseratiLevante-002