- Pubblicità -

Non a caso premiata nel 2014 dai lettori europei con il Golden Steering Wheel e, l’anno successivo, con il primo posto nella classifica stilata da Auto Bild in occasione del Quality Report 2015, la nuova Mazda2 mi ha subito colpita per il design e l’impostazione sportivche la contraddistingue. È tra le city car più piacevoli che abbia mai guidato e noi di RED l’abbiamo inserita nella lista delle 15 migliori vetture appetibili per i neopatentati.
Riesce a entusiasmarmi anche quando la osservo da fuori, nell’allestimento Evolve: il frontale è pronunciato quanto basta per garantirle una personalità da primadonna. Entro nell’abitacolo, l’assetto è ribassato, da sportiva, si diceva, con una regolazione dello schienale con scatti predefiniti, il che rende la ricerca di una posizione corretta forse un po’ meno precisa. Vengo subito attratta dalla presenza del joystick nel tunnel centrale, una scelta non così comune nel segmento delle compatte da città: qui sono alloggiati i comandi per attivare il sistema MZD Connect con grafica TFT a colori da 7″ e il navigatore satellitare integrato.

Mazda2_01Ho testato il sistema digitando via Vedano 5, Monza sul navigatore e mi sono diretta all’Autodromo per raggiungere i colleghi di RED, pronti per una seduta di allenamento con la bici sul circuito. Le informazioni sono proposte in modo chiaro, così ho raggiunto la meta senza intoppi. Alla guida il suo motore, frutto della tecnologia SkyActiv-D, gioca un ruolo fondamentale: 1.5 105 cv abbinato a un cambio manuale a 6 rapporti. La piccola/grande Mazda2 è agile e grintosa. Ha tutto ciò che occorre per rendere piacevoli gli spostamenti, sia quelli in città sia quelli su distanze più lunghe e in autostrada, dove se le si chiede di più non delude.

960x470_features_mzdconnectL’allestimento Fashion Pack (disponibile solo abbinato all’Evolve Pack) prevede interni in tessuto Red con finiture della plancia bianche: una combinazione che dona all’abitacolo un look sportivo e gradevole. A completare il pacchetto, il climatizzatore automatico, sensori luce/pioggia (un optional che apprezziamo particolarmente perché ci toglie pensieri) e sensori posteriori di parcheggio. Non mancano neppure doppia presa USB e lettore CD/Mp3.
Riguardo alla capienza del bagagliaio, prima di partire per l’Autodromo ho abbattuto i sedili posteriori e comodamente caricato una “specialissima” insieme al resto dell’equipaggiamento da bici. La capienza del vano ci ha dato soddisfazione anche quando si è trattato di fare la spesa al supermercato e caricarla con tre borsoni e partire per un weekend lungo. Unico neo, la copertura del vano, che stona con questo allestimento top di gamma.

Mazda2_03

A listino, nell’allestimento Evolve, la compatta della Casa di Hiroshima costa 17.300 euro; il prezzo complessivo della Mazda2 in prova, con gli optional Evolve Pack e Fashion Pack, arriva a 19.900 euro chiavi in mano.

Vai alla prova di RED