- Pubblicità -

Can-AM: un nome entrato nella leggenda, simbolo di una delle serie automobilistiche sportive più permissive sulla faccia del globo, tanto da consentire ardite sperimentazioni che portavano i motori a superare agevolmente i 1.000 cv e l’aerodinamica a rivaleggiare, pur trattandosi di vetture a ruote coperte, con le F1 dell’epoca.

McLaren650SCanAm-004

Tra il 1966 e il 1974 la Canadian-American Challenge Cup raggiunse l’apice del proprio successo e vide spesso primeggiare la McLaren. In occasione dei 50 anni della storica serie, la factory britannica festeggia approntando una 650S Spider celebrativa, realizzata in solo 50 esemplari dalla divisione MSO (McLaren Special Operations) e caratterizzata da una livrea old style abbinata alla finitura in fibra di carbonio a vista per il tetto ripiegabile, lo splitter anteriore, il cofano motore, l’estrattore e numerosi particolari in abitacolo. I cerchi in lega forgiati con bordo argentato – da 19 pollici all’avantreno e 20 pollici al retrotreno – sono alleggeriti di 4 kg rispetto alle ruote originali e abbinati a dadi in titanio; evocano le vetture da competizione dell’epoca e calzano pneumatici Pirelli Pzero Corsa.

McLaren650SCanAm-005

L’allestimento Can-Am porta in dote l’impianto di scarico sportivo a quattro terminali, mentre nulla cambia rispetto alle “normali” 650S sotto il profilo della meccanica. È infatti confermato l’8 cilindri a V di 3.799 cc sovralimentato mediante due turbocompressori MHI, costruito in Gran Bretagna dallo specialista Ricardo su specifiche della Casa di Woking e dotato di albero motore piatto, in grado di erogare 650 cv e 678 Nm di coppia. Immutati anche l’impianto frenante con dischi carboceramici, la trasmissione a doppia frizione a 7 rapporti e la struttura monoscocca in fibra di carbonio. Soluzione, quest’ultima, che nonostante la configurazione spider porta in dote una resistenza torsionale tanto elevata da non richiedere rinforzi specifici rispetto alla coupé, come testimonia il peso dichiarato di 1.370 kg, superiore di solo 40 kg alla versione chiusa; una variazione dovuta principalmente al meccanismo d’azionamento del tetto ripiegabile.

McLaren650SCanAm-008

Non mancano, infine, l’alettone a inclinazione variabile con funzioni di freno aerodinamico, le sospensioni PCC forti di ammortizzatori adattivi e sistema idraulico di compensazione del rollio così come le portiere ad apertura verticale. La 650S Can-Am costa una bazzecola: 255.850 sterline (circa 345.600 euro). Vale a dire oltre 80.000 euro in più della versione “base”…