Una piccola rivoluzione, passata quasi sotto silenzio… Mercedes-Benz pensiona l’ormai “storico” 4 cilindri common rail di 2.143 cc sovralimentato mediante turbocompressore – il motore più diffuso nella gamma della Stella – in favore di un nuovo quadricilindrico tD di 2,0 litri.

Tutto ha avuto inizio con la recente presentazione della nuova berlina Classe E che, nella versione 220d, ha portato al debutto l’unità denominata 2.0 OM 654. Un propulsore destinato a sostituire progressivamente il 2.1 td; quest’ultimo in produzione dal 2008, in dotazione persino all’ammiraglia Classe S – sebbene in configurazione ibrida – e proposto attualmente negli step da 136, 177 e 204 cv.

Mercedes-Benz Vierzylinder Premium-Diesel, OM 654, 2016 Mercedes-Benz four cylinder premium diesel, OM 654, 2016

Il nuovo OM 654 è interamente realizzato in alluminio, pesa il 17% in meno del 2.1 td (168 kg contro 202) e può contare su di una cura certosina per la riduzione degli attriti interni. In aggiunta, gli ingombri sono più contenuti in virtù dell’avvicinamento dei cilindri, così da non creare problemi in caso di disposizione trasversale o longitudinale all’interno del cofano motore: il 2.0 td è infatti in grado di lavorare in abbinamento tanto alla trazione anteriore quanto a quella posteriore o integrale. La sovralimentazione è affidata a una singola turbina, mentre l’abbattimento degli inquinanti è affidato alla tecnologia EGR, vale a dire al ricircolo dei gas di scarico nelle camere di combustione così da contenere le temperature interne e gli eccessi d’ossigeno: principali fattori della formazione degli ossidi d’azoto (NOx).

Mercedes-Benz Vierzylinder Premium-Diesel, OM 654, 2016 Mercedes-Benz four cylinder premium diesel, OM 654, 2016

Lanciato inizialmente nello step da 195 cv e 400 Nm – che nel caso di Classe E 220d Aut. (pesante 1.605 kg) porta in dote uno scatto da 0 a 100 km/h in 7,3 secondi a fronte di una percorrenza media di 25,6 km/l – verrà successivamente declinato attraverso versioni meno performanti. Il dato più eclatante è quello relativo alla coppia, dato che il 2.1 td poteva sì contare sul medesimo valore, ma solo in configurazione biturbo. E i consumi? Ridotti del 13%. La quadratura del cerchio.

Mercedes-Benz Vierzylinder Premium-Diesel, OM 654, 2016 Mercedes-Benz four cylinder premium diesel, OM 654, 2016