Ford Mustang GT electronic line-lock

Le 10 auto più ricercate del web

La Fiat 500X è l’auto più desiderata dagli automobilisti che cercano un usato online. Le crossover svettano nella lista dei sogni degli Italiani. A sorpresa, ben due pick-up entrano nella top ten.

Pubblicato giovedì 14 aprile 2016 · da

Certi amori non finiscono. Fanno dei giri immensi e poi ritornano… Similmente a quanto canta Venditti, ci sono auto che vivono una seconda giovinezza grazie al mondo dell’usato. Autouncle.it, motore di ricerca danese attivo in nove nazioni europee, permette di monitorare tutte le auto di seconda mano presenti sul web. Un’attività capillare che consente di ottenere un quadro informativo completo dei modelli più ricercati online nel corso del 2016.

CitroenC4Cactus-002

Nessuno è profeta in patria; tranne Fiat. I principali motori di ricerca, Google in primis, confermano come quanti effettuino nel nostro Paese indagini web generiche prediligano i modelli Made in Italy, specie 500, Punto e Panda. Ma gli utenti di Autouncle.it, che si presume abbiano idee d’acquisto più chiare della media e agiscano mossi (almeno) da un pizzico di passione per le quattro ruote, quindi siano identificabili come automobilisti evoluti, a cosa ambiscono? Per rispondere a questa domanda, ecco la classifica delle 10 auto usate più desiderate del web. Un ranking dominato dalle crossover – fenomeno di mercato sempre più consistente, complice la crescente disponibilità di modelli a due ruote motrici (leggi, in proposito, il nostro speciale) – con l’eccezione d’una sportiva, d’una compatta premium e, risultato scontato quanto la vittoria del Leicester nel Campionato inglese, di due pick-up.

LE 10 AUTO PIÙ RICERCATE DEL WEB

1) Fiat 500X
Fiat500X-002

Condivide la base meccanica e telaistica con Jeep Renegade e può contare su di un assetto lievemente rialzato rispetto al resto della famiglia 500. Viene proposta in una configurazione più cittadina e in una versione maggiormente orientata all’off road – denominata Cross – nonché nelle varianti 2WD – con o senza il sistema di trazione evoluto Traction Plus – e 4WD. Trasmissioni manuale, a doppia frizione a 6 rapporti o automatica ZF a 9 marce del tipo mediante convertitore di coppia. Al 1.6 benzina da 110 cv si affiancano un più performante 1.4 turbo, sempre benzina, da 140 o 170 cv e i diesel Multijet 1.3 da 95 cv e 1.6 da 120 o 140 cv. La trazione integrale permette la disconnessione dell’assale posteriore, a tutto vantaggio dei consumi, mentre il sistema Drive Mood Selector consente di adattare erogazione, interventi dell’elettronica e logica di gestione del cambio automatico (se presente) in funzione dei diversi programmi di marcia. Prezzi da 17.600 euro per le versioni benzina (1.6 da 110 cv) e da 19.000 euro per le turbodiesel (1.3 da 95 cv).

2) Citroën C4 Cactus
CitroenC4Cactus-001

Anticonformista tanto nelle linee quanto nelle soluzioni interne, è una crossover moderna, dalla generosa abitabilità e dal peso contenuto. Rinuncia ad accessori superflui per alleggerirsi di 200 kg rispetto alla berlina C4 – dalla quale deriva – e poter contare su consumi contenuti e prezzi aggressivi. Pur essendo una vettura compatta – è lunga 4,16 m – lo spazio riservato a guidatore e passeggero anteriore è degno di una monovolume, mentre l’alloggiamento dei passeggeri posteriori eguaglia berline di pari dimensioni. Gli Airbump, vale a dire i rivestimenti in plastica integranti capsule d’aria collocati lungo le fiancate e in corrispondenza dei paraurti, assumono una valenza sia stilistica sia funzionale: da un lato proteggono carrozzeria e gruppi ottici dai piccoli urti, dall’altro sono personalizzabili nei colori. La gamma benzina ruota attorno al 3 cilindri 1.2 PureTech a iniezione diretta, disponibile in configurazione aspirata da 75 o 82 cv e turbo da 110 cv. Unica la proposta turbodiesel: 1.6 BlueHDi da 99 cv. Prezzi da 14.950 euro (1.2 benzina 75 cv) e da 18.250 euro per i diesel.

3) Mazda CX-3
MazdaCX3-001

La crossover compatta giapponese può contare su di una linea grintosa e personale, su finiture interne tra le più curate della categoria e su di un comportamento dinamico brillante. Forte di un peso abbastanza contenuto, prossimo ai 1.200 kg, è disponibile in configurazione 4WD oppure a trazione anteriore con un 2.0 benzina da 120 o 150 cv e con un moderno 1.5 td da 105 cv. Quest’ultimo il propulsore più equilibrato, garante di uno scatto da 0 a 100 km/h in 10,1 secondi e di una velocità massima di 177 km/h – in abbinamento alle 2WD e a un classico cambio manuale a 6 marce – a fronte di una percorrenza media di 25 km/l. Alla trasmissione meccanica a 6 rapporti può essere preferita una soluzione automatica a 6 marce del tipo mediante convertitore di coppia (1.750 euro). La dotazione di serie include, per tutti gli allestimenti, ABS, ESP, 6 air bag e climatizzatore. Prezzi da 19.320 euro (2.0 2WD 120 cv benzina) e da 22.420 euro (1.5 td 2WD).

4) Ford Mustang
The All-New Ford Mustang

È uno dei simboli d’America. Dopo 5 generazioni e 50 anni di storia è stata radicalmente rinnovata e per la prima volta viene importata ufficialmente sui mercati europei. La sportiva Made in USA, già record di vendite in Germania, miete cuori nel nostro Paese grazie a una linea che non tradisce il design del passato e, anzi, lo enfatizza. Forte delle sospensioni posteriori Multilink anziché ad assale rigido come per il vecchio modello, vanta una guidabilità sconosciuta alle precedenti generazioni. Disponibile anche in configurazione cabrio, è proposta con un moderno 4 cilindri in linea 2.3 EcoBoost – turbo a iniezione diretta di benzina – a fasatura variabile, in grado di erogare 317 cv, oppure con l’iconico V8 5.0 aspirato da 420 cv. Cambio manuale a 6 marce o automatico a 6 rapporti del tipo mediante convertitore di coppia. Pur essendo una instant classic, si concede un tocco di modernità: è possibile optare per diversi programmi di marcia che influiscono sull’erogazione del propulsore, la servoassistenza dello sterzo, la taratura dell’elettronica e la logica di gestione del cambio automatico (qualora presente). Prezzi da 38.000 euro (2.3 EcoBoost Coupé).

5) Renault Captur
RenaultCaptur-001

Derivata dalla compatta Clio, la crossover Renault può contare su di un aspetto sbarazzino, linee gradevoli, finiture discretamente curate e una guida intuitiva, amichevole, lievemente sportiveggiante. Un mix dal grande appeal, rafforzato dall’altezza da terra di 20 cm – un valore superiore a gran parte delle SUV sul mercato – e da un’abitabilità da riferimento, specie per i passeggeri posteriori cui viene destinato ampio spazio per le gambe, complice il divanetto scorrevole di 16 cm. Alla generosa capacità di carico (455 litri con 5 persone a bordo) si accompagnano motori turbo a iniezione diretta di benzina 0.9 da 90 cv e 1.2 da 120 cv, oltre al diesel 1.5 dCi negli step da 90 e 110 cv. Al cambio manuale a 5 o 6 rapporti, Captur 1.2 TCe 120 cv e 1.5 dCi 90 cv possono preferire la trasmissione a doppia frizione EDC a 6 marce. Prezzi da 16.850 euro (0.9 TCe) e da 18.850 euro (1.5 dCi 90 cv).

6) Mitsubishi L200
MitsubishiL200-003

Giunto alla quinta generazione e recentemente sottoposto a un corposo restyling, è un pick-up dalle dimensioni generose – è lungo oltre 5,2 metri – disponibile in configurazione Club Cab, a due porte e quattro posti, oppure Double Cab, a quattro porte e cinque sedute. Evoluto rispetto al passato con un occhio di riguardo al comfort, è proposto in abbinamento a un 4 cilindri 2.4 td da 154 o 181 cv. Alla trazione integrale inseribile o permanente si accompagnano una trasmissione manuale a 6 marce oppure un cambio automatico a 5 rapporti del tipo mediante convertitore di coppia; entrambe le opzioni sono corredate delle ridotte e del controllo anti arretramento in salita, a testimonianza della spiccata vocazione off road del mezzo. Ruotando l’apposita manopola del sistema Super Select 4WD-II è possibile passare in movimento, fino a una velocità di 100 km/h, dalle 2WD posteriori alle 4WD, quindi alla trazione integrale con il blocco del differenziale centrale e, ultimo step, all’intervento del riduttore. Prezzi da 27.650 euro (2.4 DI-D Club Cab 154 cv).

7) Opel Mokka
Opel Mokka

Gemella di Chevrolet Trax, deriva dalla quarta generazione di Opel Corsa e punta su comfort e abitabilità. Nel primo caso le sospensioni filtrano qualsiasi imperfezione dell’asfalto, nel secondo, guidatore e passeggero anteriore beneficiano di ampia libertà di movimento, mentre l’accoglienza riservata agli occupanti del divanetto è addirittura tra le migliori della categoria. Non eccezionale la capienza del bagagliaio: 362 litri con 5 persone a bordo. Non nutre alcuna velleità off road, anche optando per la trazione integrale: sebbene possa contare sull’assistenza alla partenza in salita e sul limitatore della velocità in discesa, soffre l’altezza da terra inferiore alla media delle crossover. La gamma motori prevede un 1.6 benzina aspirato da 115 cv affiancato da un più performante 1.4 turbo, sempre a benzina, da 140 cv. Quanto ai diesel, il 1.6 CDTI è declinato negli step da 110 e 136 cv. Caratteristica più unica che rara, è proposta anche in configurazione bifuel (benzina/GPL) con il 1.4 turbo da 140 cv. Trasmissione manuale a 6 marce: il cambio automatico a 6 rapporti è optional a 1.500 euro. Prezzi da 19.750 euro (1.6 benzina 2WD), da 24.800 euro (1.6 CDTI 110 cv 2WD) e da 24.300 euro per la bifuel.

8) Jeep Renegade
JeepRenegade-003

È stata la prima SUV compatta dotata di un cambio automatico a 9 rapporti e condivide la base meccanica e telaistica con Fiat 500X. Disponibile a trazione anteriore o integrale così come in versione “stradale” o Trailhawk, maggiormente votata al fuoristrada, può contare sulla disconnessione automatica dell’assale posteriore qualora non sia necessario l’apporto delle 4WD, a tutto vantaggio dei consumi. Nella citata configurazione Trailhawk è corredata di ridotte, blocco del differenziale centrale, limitatore della velocità in discesa, piastre sottoscocca, gancio di traino e paraurti che garantiscono angoli di attacco, dosso e uscita generosi. Ampia la gamma motori: ai benzina 1.4 Turbo MultiAir da 140 o 170 cv e al 1.6 aspirato da 110 cv si affiancano i turbodiesel Multijet 1.6 da 120 cv e 2.0 da 120, 140 o 170 cv. Trasmissioni manuale (a 5 o 6 marce), a doppia frizione a 6 rapporti o automatica a 9 velocità del tipo mediante convertitore di coppia. Prezzi da 20.800 euro (1.6 benzina 2WD 110 cv) e da 25.000 euro (1.6 Mjt 2WD 120 cv).

9) Toyota HiLuX
ToyotaHilux-002

Linee muscolose, stazza notevole – è lungo 5,26 metri in configurazione Double Cab – e motricità off road degna di una 4×4 specialistica: ecco gli ingredienti della “ricetta” Toyota HiLuX. Un pick-up evergreen, presente sul mercato da oltre 40 anni, disponibile in Italia nelle configurazioni Double Cab a 5 posti e quattro porte oppure Extra Cab, più corta di 12 cm, a due portiere e quattro sedute. È mosso da quadricilindrici td common rail sovralimentati mediante turbocompressore a geometria variabile, caratterizzati da una cubatura di 2,5 o 3,0 litri cui conseguono una potenza massima di 144 e 171 cv. Motori abbinabili a un cambio manuale a 5 rapporti o, nel caso del propulsore top di gamma, anche a una trasmissione automatica a 5 marce del tipo mediante convertitore di coppia. In entrambi i casi sono previste le ridotte e la trazione è posteriore con l’opzione integrale inseribile. Tanto il 2.5 td quanto il 3.0 td sono in grado di gestire una massa rimorchiabile di 2.800 kg, mentre la portata utile varia da 610 a 675 kg in funzione della configurazione di carrozzeria. Prezzi da 29.000 euro (2.5 D-4D Extra Cab Active 144 cv).

10) Audi A1 
AudiA1-001

La compatta degli Anelli è caratterizzata da linee aggressive, finiture di pregio e ampie possibilità di personalizzazione. Stabile, agile e forte di uno sterzo comunicativo, ha un’indole sportiveggiante, rafforzata dalla vivacità dei propulsori. La gamma motori spazia dal nuovo tricilindrico 1.0 TFSI (turbo a iniezione diretta di benzina) da 95 cv al 1.4 TFSI da 125 o 150 cv – quest’ultimo step forte della gestione attiva dei cilindri che prevede la disattivazione di due camere di combustione nelle fasi di carico costante, a tutto vantaggio della riduzione dei consumi – sino al 1.8 TFSI da 192 cv e alla top di gamma S1, mossa da un 2.0 turbo da 231 cv. Quanto ai diesel, al 1.4 TDI da 90 cv si affianca un 1.6 TDI da 115 cv. Trasmissioni manuale a 5 o 6 marce oppure a doppia frizione S tronic a 7 rapporti. Trazione anteriore per tutte, fatta eccezione per la sportiva S1 che prevede le 4WD. Prezzi da 18.200 euro (1.0 TFSI) e da 20.300 euro (1.4 TDI).

Articoli correlati

Continua...

Le migliori SUV a due ruote motrici

Evoluzione in chiave moderna delle monovolume e wagon medie, le crossover/SUV 2WD costituiscono un fenomeno di mercato in...
07 aprile 2016
Continua...apertura3

Le migliori auto elettriche

Da più parti nel mondo si riflette su come ottenere, entro vent’anni, una mobilità esclusivamente elettrica.
05 aprile 2016
Continua...Dynamic photo, Colour: Glacier White

Le migliori wagon all terrain

Derivate da famigliari prettamente stradali, grazie all’assetto rialzato, alle protezioni sottoscocca e alle 4WD, o a un...
25 gennaio 2016
Continua...cover

Le migliori auto del 2015

Hanno segnato l’anno trascorso grazie a soluzioni tecniche avveniristiche, prestazioni top o, più semplicemente, miglioramenti...
29 dicembre 2015