aperturaCityCar-001

Le migliori auto a 10.000 euro

Il prezzo d’attacco è prossimo a 10.000 euro, ma non per questo sono una scelta povera. Ecco una guida alle utilitarie più economiche, performanti e meglio accessoriate.

Pubblicato venerdì 24 giugno 2016 · da

Nella letteratura classica erano le Colonne d’Ercole, limite estremo del mondo conosciuto, a rappresentare il punto di non ritorno per gli esploratori. Oggi, nel segmento delle city car, le moderne Colonne d’Ercole sono costituite dalla somma di 10.000 euro: soglia in prossimità della quale deve attestarsi il prezzo d’attacco di un’utilitaria che ambisca a numeri di vendita rilevanti; specie sul mercato italiano. Ma cosa è possibile acquistare con tale somma?

FordKaPlus-001

Il piatto piange? Nessuna chance di stringere tra le mani il volante d’una vettura dignitosa? Nulla di tutto questo. Certo i modelli entry level dei marchi premium – Audi, BMW e Mercedes-Benz – vedono i listini partire da cifre nettamente superiori, ma contenere la spesa entro i 10.000 euro non significa necessariamente viaggiare a bordo d’una scatola con le ruote. Ecco le migliori utilitarie con un prezzo d’attacco a “quota 10.000”.

Citroën C1 – 9.950 euro
CitroenC1-005

“Cugina” di Peugeot 108 e della nuova Toyota Aygo, è stata radicalmente rinnovata rispetto al passato. Proposta in configurazione di carrozzeria sia a 3 sia a 5 porte, analogamente a 108 può essere dotata di verniciatura bicolore e tetto ripiegabile in tela. Il bagagliaio ha una capacità di 196 litri, espandibile a 780 litri grazie all’abbattimento del divanetto. È piccola, è compatta, ma quanto ad abitabilità promette di non far rimpiangere vetture di dimensioni superiori. Per non sforare la soglia dei 10.000 euro è necessario optare per le 3 porte e la motorizzazione 3 cilindri benzina 1.0 12V VTi da 68 cv, abbinata a un cambio manuale a 5 rapporti così da scattare da 0 a 100 km/h in 13 secondi percorrendo mediamente 24,4 km/l. L’allestimento base Live porta in dote 6 air bag, ABS ed ESP, l’assistenza alla partenza in salita, il tetto apribile in tela e il volante regolabile in altezza. Non sono inclusi, però, il climatizzatore e la radio CD.

Dacia Sandero – 9.100 euro
DaciaSandero_01

L’utilitaria a cinque porte rumena è una low cost ricca di contenuti. Spendendo 9.100 euro è possibile optare per un moderno 3 cilindri 0.9 TCe (turbo a iniezione diretta di benzina) da 90 cv di derivazione Renault, in grado di spingere la vettura da 0 a 100 km/h in 11,1 secondi percorrendo mediamente 20,4 km/l. Prestazioni di ottimo livello cui si accompagna una dotazione da prima della classe. Spaziosa e pratica, la city car Dacia può infatti contare di serie, nell’allestimento Ambiance Family, su 6 air bag, ABS ed ESP, divanetto frazionabile, climatizzatore, computer di bordo, alzacristalli elettrici posteriori, fendinebbia e radio CD/Mp3 con prese USB/AUX e connettività Bluetooth. Non manca nulla d’indispensabile, anche se le finiture sono l’emblema della semplicità, i materiali poco curati e la ricercatezza estetica… non è pervenuta! Quanto a concretezza, invece, merita la lode, complice una capacità di carico compresa tra 320 e 1.200 litri.

Ford Ka+ – 9.750 euro
FordKaPlus-002

Basata sul pianale della Fiesta quinta serie, la nuova city car Ford può contare su cinque porte e innumerevoli vani porta oggetti. L’abitacolo è caratterizzato dal vano MyFord Dock al centro della plancia, funzionale per collocarvi lo smartphone, ricaricarlo e utilizzarlo quale navigatore satellitare, mentre il divanetto, omologato per tre adulti, è frazionabile 40/60. Il vano di carico, con una capacità di 270 litri, è più capiente rispetto alla best seller del segmento Fiat Panda (225 litri). Pesante meno di 1.000 kg e lunga 3,93 metri, è proposta con la motorizzazione 1.2 benzina da 70 o 85 cv con cambio manuale a 5 marce. Accreditata di una percorrenza media di 20 km/l, in configurazione base può contare di serie su ABS, ESP, 6 air bag, limitatore di velocità e assistenza alla partenza in salita. Per avere il climatizzatore manuale è necessario optare per l’allestimento Ultimate (+1.500 euro).

Hyundai i10 – 10.330 euro
Hyundaii10-001

La city car coreana – in realtà è progettata e realizzata in Europa – sfida senza complessi d’inferiorità le best seller del segmento, forte di una linea piacevole, interni curati quanto una vettura di categoria superiore, generosa capienza del bagagliaio e spazio sufficiente per 5 adulti. Per restare quanto più vicino possibile alla soglia dei 10.000 euro è necessario optare per il tricilindrico 1.0 12V a benzina da 66 cv. Le prestazioni non entusiasmano: scatta da 0 a 100 km/h in 14,9 secondi. In compenso, i consumi sono abbastanza contenuti (21,3 km/l), la guida brillante, le reazioni sincere, il cambio manuale a 5 marce inappuntabile e le sospensioni non troppo cedevoli. L’allestimento Classic porta in dote ABS, ESP, 6 air bag, divanetto frazionato e monitoraggio della pressione degli pneumatici. Non è inclusa la radio CD, mentre il climatizzatore costa 750 euro.

Kia Picanto – 10.250 euro
KiaPicanto2015-002

Recentemente sottoposta a restyling, vede confermata l’unica variante di carrozzeria a cinque porte cui si abbinano maggiori possibilità di personalizzazione rispetto al passato. Netto passo avanti sotto il profilo multimediale, dato che debutta un inedito schermo touchscreen da 7 pollici, riservato però all’allestimento top di gamma. Sotto il cofano pulsa il noto 3 cilindri 1.0 12V a benzina da 69 cv e 95 Nm di coppia – ora omologato Euro 6 – abbinato a un cambio manuale a 5 rapporti. Un binomio che porta in dote uno scatto da 0 a 100 km/h in 14,6 secondi, una velocità massima di 158 km/h e una percorrenza media di 22,2 km/l. La versione base, denominata City e caratterizzata da un prezzo che eccede di poco i 10.000 euro, può contare di serie su ABS, ESP, 6 air bag, climatizzatore, assistenza alla partenza in salita e divanetto frazionabile. Manca solo la radio CD.

Opel Karl – 10.050 euro
OpelKarl-003

La city car a 5 porte tedesca è un mirabile esempio di concretezza: la linea non emoziona, ma i contenuti sono degni di nota. Si guida con piacere, complici lo sterzo abbastanza preciso – tutt’altro che affaticante in manovra – e le sospensioni non troppo cedevoli, garantisce una buona abitabilità anteriore e la capacità di carico, una volta abbattuto il divanetto, è tra le migliori della categoria. Le finiture sono discrete; la cura costruttiva è in linea con il blasone teutonico. Il vero pezzo forte, però, è il tricilindrico 1.0 12V a benzina – unico motore disponibile – da 75 cv, abbastanza reattivo ai bassi e propenso all’allungo, abbinato a un cambio manuale a 5 rapporti dal comportamento inappuntabile. Scatta da 0 a 100 km/h in 13,9 secondi e percorre mediamente 22,2 km/l. Guidabile anche dai neopatentati, optando per l’allestimento base porta in dote 6 air bag, l’ABS, l’ESP e l’assistenza alle partenze in salita. Il climatizzatore manuale costa 800 euro, la radio CD/Mp3 400 euro.

Peugeot 108 – 10.500 euro
Peugeot108-003

Peugeot 108 è sì un’utilitaria, ma con ambizioni da berlina di categoria superiore. Frutto di una svolta stilistica e filosofica radicale rispetto al precedente modello, è una city car sfiziosa, frizzante e giovanile. Il 3 cilindri in linea a benzina 1.0 12V VTi da 68 cv, abbinato al cambio manuale a 5 rapporti, consente di passare da 0 a 100 km/h in 13 secondi toccando una velocità massima di 160 km/h e percorrendo mediamente 24,4 km/l. “Cugina” di Citroën C1 e Toyota Aygo, è proposta in configurazione di carrozzeria sia a 3 sia a 5 porte e può essere dotata di verniciatura bicolore e tetto ripiegabile in tela. L’allestimento base Access porta in dote 6 air bag, l’ABS, l’ESP, l’assistenza alla partenza in salita e il volante regolabile in altezza. Non sono inclusi il climatizzatore e la radio CD.

Renault Twingo – 10.300 euro
RenaultTwingo-002

Strettamente imparentata con smart forfour – condividono il pianale – può contare su di un’abitabilità superiore alla media delle city car, una guida brillante e un raggio di sterzo tanto contenuto da far invidia a uno scooter. Disponibile esclusivamente in configurazione di carrozzeria a 5 porte, una rivoluzione rispetto al vecchio modello, è dotata di motore e trazione posteriori. La linea è accattivante, le dotazioni moderne e l’estetica ampiamente personalizzabile combinando a piacimento tinte e grafiche. La versione Life è mossa da un 3 cilindri benzina 12V aspirato di 999 cc forte di 70 cv e 91 Nm di coppia; consente all’utilitaria francese di scattare da 0 a 100 km/h in 14,5 secondi percorrendo mediamente 21,3 km/l. Sono di serie 6 air bag, ABS ed ESP; non fanno parte della dotazione base il climatizzatore e la radio CD.

Seat Mii – 10.500 euro
SeatMii-002

Tre vetture per un’unica base meccanica: la city car Seat è “gemella” di Skoda Citigo e Volkswagen Up!. Con le sorelle condivide le dimensioni contenute, il peso inferiore a 1.000 kg e il 3 cilindri 12V di 999 cc a fasatura variabile da 60 cv abbinato a un cambio manuale a 5 rapporti. Certo le prestazioni non sono entusiasmanti – scatta da 0 a 100 km/h in 14,4 secondi e raggiunge i 160 km/h – ma la percorrenza media di 22,2 km/l garantisce una buona economia d’esercizio e un’autonomia di quasi 800 km. Per non oltrepassare troppo la soglia dei 10.000 euro è necessario optare per le 3 porte e l’allestimento Style che include 6 air bag, ABS, ESP, l’assistenza alla partenza in salita, il divanetto frazionato e il climatizzatore. Optional a 400 euro la radio CD/Mp3/AUX.

Skoda Citigo – 9.620 euro
SkodaCitigo-003

Prezzo da discount e base meccanica condivisa con Seat Mii e Volkswagen Up! per la city car ceca. Leggera, anzi leggerissima (pesa 854 kg) e mossa da un 3 cilindri 12V di 999 cc a fasatura variabile da 60 cv abbinato a un cambio manuale a 5 rapporti, scatta da 0 a 100 km/h in 14,4 secondi, raggiunge una velocità massima di 160 km/h e percorre mediamente 22,2 km/l. L’abitacolo, spazioso in relazione alle contenute dimensioni esterne – è lunga 3,56 metri – è costruito con discreta cura, sebbene molto semplice alla vista. Lo sterzo è abbastanza preciso, la tenuta di strada elevata, i freni potenti. Nella versione base, denominata Active, con carrozzeria a tre porte è dotata di serie di 6 air bag, ABS, ESP e assistenza alla partenza in salita. Il climatizzatore costa 810 euro, mentre per la radio CD/Mp3 sono necessari 335 euro.

Suzuki Celerio – 8.990 euro
SuzukiCelerio-002

La city car nipponica a 5 porte può contare su di un bagagliaio dalla capienza di 254 litri con cinque persone a bordo; ben 43 litri più della compatta Swift. Un record. Le rivali Peugeot 108 e Citroën C1 non fanno meglio di 196 litri, mentre Toyota Aygo si attesta a 168 litri e la più grande (+30 cm) Volkswagen Polo può contare “solamente” su 280 litri. La versione base, denominata L, è mossa da un tricilindrico 1.0 12V a benzina da 68 cv e 90 Nm di coppia. Vanta uno scatto da 0 a 100 km/h in 14 secondi a fronte di una velocità massima di 155 km/h e una percorrenza media di 23,3 km/l. Sono di serie 4 air bag, ABS, ESP, il climatizzatore e la radio CD/Mp3 con prese USB/AUX, forte anche della connettività Bluetooth. Suzuki Celerio è un affare!

Articoli correlati

Continua...OpelKarl-apertura

Prova Opel Karl

La city car a 5 porte tedesca pensiona l’Agila e nonostante dimensioni contenute vanta una buona capacità di carico.
05 giugno 2015
Continua...Peugeot2082015-020

Prova Peugeot 208 2015

La seconda generazione della Peugeot 208 porta in dote nuovi motori e qualche piccolo ritocco estetico.
28 maggio 2015
Continua...

Prova Suzuki Celerio

La nuova citycar giapponese è economica (prezzi da 8.990 euro), agile e spaziosa.
25 novembre 2014
Continua...Chevrolet Spark (MY 2013)

L’auto che vorrei: guida all’acquisto city car

Un’utilitaria deve necessariamente costituire una scelta povera? Niente affatto, a patto sia dotata di equipaggiamenti...
18 dicembre 2013