OpelAstraSportsTourer-apertura

Le migliori station wagon di medie dimensioni

Capienti, confortevoli e funzionali, ma non per questo noiose al volante o disgustose alla vista: le moderne famigliari sono il simbolo della versatilità. Ecco i 12 modelli migliori.

Pubblicato martedì 03 maggio 2016 · da

È l’auto del buon padre di famiglia. La station wagon. Sinonimo di versatilità, comfort, spazio, modularità degli interni e praticità. Un tempo emozionante quanto Guerra e Pace in lingua originale, oggi decisamente più attraente grazie a linee che, sempre più spesso, poco o nulla hanno da invidiare alle berline. Il mercato offre una miriade d’interpretazioni sul tema: dalle compatte agli esemplari che sfiorano i 5 metri di lunghezza, dalle tricilindriche 1.0 alle V8 4.0 biturbo da 510 cv, dalle ibride alle bifuel, anche se il motore per eccellenza destinato alle famigliari è… il turbodiesel. Perché il buon padre di famiglia viaggia a nafta; e il benzinaio vorrebbe vederlo il meno possibile.

Quali sono le migliori wagon sul mercato? Prendendo in considerazione i modelli di medie dimensioni, vale a dire con una lunghezza intorno ai 4,6 metri e una capacità di carico di circa 500 litri con 5 persone a bordo, abbiamo… fatto 12! Non con la schedina di un tempo, bensì con le vetture che meritano d’essere acquistate. Non ve ne pentirete.

Audi A4 Avant

Dynamic photo, Colour: Tango Red

Recentemente rinnovata, è sino a 120 kg più leggera che in passato in forza dell’inedita piattaforma MLB. Lunga 4,73 metri, è una wagon oversize per il segmento delle famigliari medie, tanto da avvicinare la “sorella maggiore” A6 Avant (4,94 m). La capienza del vano di carico è cresciuta di 15 litri rispetto al precedente modello – ora si attesta a 505/1.510 litri – mentre sotto il cofano pulsano esclusivamente motori Euro 6. Il propulsore più adatto? Il 3.0 TDI da 218 cv è una forza della natura, ma il 4 cilindri 2.0 TDI da 190 cv, specie considerando il peso contenuto in 1.500 kg, non è affatto una scelta povera: in abbinamento al cambio manuale a 6 marce consente di scattare da 0 a 100 km/h in 7,9 secondi percorrendo mediamente 24,4 km/l. Potendo spendere, dite immediatamente addio ai 2.090 euro della trasmissione a doppia frizione a 7 rapporti; è rapida e pressoché impercettibile negli innesti. Audi A4 Avant 2.0 TDI ultra 190 cv costa 40.960 euro. I prezzi della gamma, che include le versioni a trazione integrale quattro, vanno da 35.400 a 51.900 euro.

BMW Serie 3 Touring
BMWSerie3Touring_001

La BMW più venduta di sempre, l’auto che maggiormente rappresenta il brand di Monaco, ha beneficiato di un recente restyling foriero di variazioni estetiche pressoché impercettibili, accompagnate da una sostanziosa rivisitazione in materia di motori, emissioni e consumi. La scocca è più rigida, le sospensioni lievemente ridisegnate e in gamma sono disponibili quattro motori a benzina e sette a gasolio con potenze da 115 a 326 cv. Il 2.0 td della versione 320d, un tempo accreditato di 184 cv, eroga ora 190 cv cui conseguono uno 0-100 km/h in 7,6 secondi e 22,2 km con un litro di gasolio; è il propulsore più equilibrato per una vettura pesante 1.510 kg. Di serie è previsto il cambio manuale a 6 marce, ma è pressoché irrinunciabile l’opzione automatica a 8 rapporti del tipo mediante convertitore di coppia (2.370 euro). Lunga 4,62 metri, Serie 3 Touring può contare su di una guida sportiveggiante – l’avantreno è un esempio di precisione – e al tempo stesso su di una capacità di carico di 495/1.500 litri. BMW 320d Touring costa 40.200 euro, mentre i prezzi della gamma, che include le varianti a trazione integrale xDrive, vanno da 33.300 a 55.050 euro.

Ford Focus Wagon
FordFocusWagon-002

È un vero e proprio “clone” della berlina dalla quale deriva sino alle portiere posteriori; poi beneficia di un superiore sviluppo in lunghezza (+20 cm) che porta in dote un vano di carico dalla capacità nella media della categoria (490/1.516 litri). L’aggiornamento tecnico del 2014 ha comportato l’adozione di sospensioni meno cedevoli rispetto al precedente modello, a tutto vantaggio del contenimento del rollio e del beccheggio. È, in ogni caso, una tranquilla wagon che trova nel 4 cilindri 1.5 TDCi da 120 cv il proprio motore ideale, per nulla sottodimensionato e garante di uno scatto da 0 a 100 km/h in 10,7 secondi a fronte di una percorrenza media di 26,3 km/l. Di serie è prevista la trasmissione manuale a 6 rapporti, ma il cambio a doppia frizione a 6 marce è rapido e, soprattutto, proposto a un prezzo equo (1.750 euro). Ford Focus Wagon 1.5 TDCi 120 cv nell’allestimento intermedio Titanium costa 25.000 euro, mentre i prezzi della gamma, che include la variante sportiva ST 2.0 EcoBoost (turbo benzina) da 250 cv, vanno da 20.250 a 35.000 euro.

Honda Civic Tourer

Civic Tourer

La forma piegata alla sostanza. Il design adattato alla praticità. Civic Tourer è l’emblema della funzionalità. Spaziosa e modulare, è la wagon di medie dimensioni più capiente sul mercato, potendo contare su 624 litri con cinque persone a bordo. Il collocamento del serbatoio del carburante sotto i sedili anteriori consente, una volta abbattuto il divanetto frazionabile 40/60, di espandere la già eccezionale capacità di carico sino a 1.668 litri: un valore che s’accompagna a soluzioni funzionali quali la disponibilità di un sottofondo e la possibilità di rialzare i cuscini posteriori onde caricare oggetti particolarmente alti oppure sfruttare lo spazio a disposizione anche qualora l’accesso dal portellone risulti limitato. Il 4 cilindri 1.6 i-DTEC, unico motore td in gamma, eroga 120 cv e porta in dote uno scatto da 0 a 100 km/h in 10,1 secondi a fronte di una percorrenza media di 26,3 km/l. Scelta obbligata anche quanto a trasmissione: il 1.6 td è abbinabile esclusivamente al cambio manuale a 6 rapporti. Honda Civic Tourer 1.6 i-DTEC nell’allestimento intermedio Elegance costa 25.000 euro. I prezzi della gamma, che include la variante 1.8 benzina da 141 cv, vanno da 24.100 a 27.900 euro.

Kia Cee’d Sportswagon
KiaCeedSportswagon-001

È tutta nuova… sottopelle. Recentemente oggetto di un restyling, la wagon coreana può contare su di una linea aggressiva, un abitacolo spazioso, un’insonorizzazione dell’abitacolo superiore rispetto al passato e un bagagliaio tra i più generosi della categoria. Il cambiamento più marcato consiste nel rinnovamento del sistema d’infotainment, corredato di un display da 7 pollici, che ora include il pacchetto Kia Connected Service sviluppato dallo specialista della navigazione satellitare TomTom, così da fornire in tempo reale informazioni sul traffico e il meteo. Completa la dotazione di sicurezza, mentre sotto il cofano merita di trovare spazio il 4 cilindri 1.6 CRDi da 136 cv, abbinabile alla trasmissione a doppia frizione a 7 rapporti (+2.000 euro) in alternativa al classico cambio manuale a 6 marce. Kia Cee’d Sportswagon 1.6 CRDi nell’allestimento intermedio Cool costa 23.150 euro, mentre i prezzi della gamma, che include l’inedito 3 cilindri 1.0 turbo a iniezione diretta di benzina da 100 o 120 cv, vanno da 18.650 a 27.150 euro. Garanzia di 7 anni o 150.000 km.

Mercedes-Benz Classe C SW
MercedesBenzClasseCSW-001

Per anni è stata una wagon anonima, concreta, spaziosa quanto un auditorium ed entusiasmante come la diecimilionesima puntata di una telenovela peruviana; poi, d’un tratto, si è trasformata in una vettura affascinante, aggraziata, persino sportiveggiante tanto nelle linee quanto nel comportamento dinamico. L’attuale Classe C SW è un altro pianeta rispetto al passato. Lunga 4,7 metri, può contare su di una capacità di carico discreta, compresa tra 490 e 1.510 litri. Il frontale è disponibile in due configurazioni: sportiva, con la Stella al centro della mascherina, oppure elegante, riservata alla sola versione Exclusive, forte del fregio distintivo d’ogni Mercedes svettante all’estremità del cofano motore. L’abitacolo, rifinito con cura, è caratterizzato dal display – stile tablet – sospeso al centro della plancia. Il “suo” motore? Il 4 cilindri td common rail di 2.143 cc nello step da 170 cv, in grado di spingere i 1.520 kg della vettura da 0 a 100 km/h in 7,9 secondi percorrendo mediamente 25,0 km/l. Cambio manuale a 6 marce di serie, automatico a 7 rapporti del tipo mediante convertitore di coppia optional a 2.562 euro. Mercedes-Benz C SW 220d in allestimento Executive costa 42.241 euro, mentre i prezzi della gamma, che include le varianti a trazione integrale 4Matic e ibride (a gasolio) 300h, vanno da 37.040 a 93.191 euro.

Opel Astra Sports Tourer
OpelAstraSportsTourer-001

Dimenticatevi il vecchio modello, con una personalità estetica degna dell’uomo invisibile. La nuova Astra Sports Tourer è, finalmente, una wagon attraente e aggressiva. Sino a 200 kg più leggera che in passato, complice l’adozione di un’inedita piattaforma, è lunga 4,7 metri – si conferma una delle wagon più grandi della categoria – e può contare su di una capacità di carico di 1.630 litri una volta abbattuto il divanetto frazionabile 40/60. Tra i plus della nuova generazione vi sono dotazioni degne di un’ammiraglia: è possibile optare, ad esempio, per la frenata automatica in prossimità d’una collisione imminente, il cruise control adattivo, il parcheggio assistito con tanto di telecamera in retromarcia, il portellone apribile, complice un sensore di movimento, con il semplice movimento di una gamba, oltre ai servizi di bordo OnStar che, grazie alla connessione internet, consentono di spaziare dall’invio dei soccorsi all’accesso alle informazioni su ristoranti, alberghi e aree di servizio. Il propulsore ideale è il 4 cilindri 1.6 td negli step da 110 o 136 cv. Opel Astra Sports Tourer 1.6 CDTI 110 cv nell’allestimento intermedio Elective costa 23.800 euro, mentre i prezzi della gamma, che include il 3 cilindri 1.0 EcoTec turbo a iniezione diretta di benzina da 105 cv, vanno da 18.600 a 27.100 euro.

Peugeot 308 SW
Peugeot308SW-002

La berlina aveva tracciato la rotta, la wagon segue la scia. Dopo Peugeot 308, anche la station del Leone beneficia di una riduzione del peso di 140 kg rispetto al precedente modello oltre a un vero e proprio salto generazionale. Basata sulla piattaforma modulare EMP2, abbraccia la configurazione “i-cockpit” del posto di guida, caratterizzata dal volante compatto, il quadro strumenti in posizione rialzata rispetto allo standard e lo schermo touchscreen a colori attraverso il quale è possibile gestire ogni funzione. Lunga 4,59 metri, può contare su di una capacità di carico di 610 litri con 5 persone a bordo – il secondo miglior valore della categoria dopo la primatista Honda Civic Tourer – espandibile a 1.660 litri abbattendo il divanetto. Il motore ideale è il 4 cilindri 1.6 BlueHDi nello step da 120 cv, in grado di spingere i 1.300 kg della vettura da 0 a 100 km/h in 10,1 secondi a fronte di una percorrenza media di ben 27 km/l. Cambio manuale a 6 marce o automatico a 6 rapporti (1.400 euro). Peugeot 308 SW 1.6 BlueHDi nell’allestimento intermedio Business costa 24.800 euro, mentre i prezzi della gamma, che include la versione sportiva 1.6 THP GT (turbo benzina) da 205 cv, vanno da 19.700 a 32.350 euro.

Seat Leon ST
SeatLeonST-001

È la wagon più sportiva e leggera della categoria. 27 cm più lunga di Leon 5p, non ne tradisce la vocazione sportiveggiante, anzi rafforzata dal peso dichiarato della versione 2.0 TDI: 1.275 kg. Votata al piacere di guida, complici le sospensioni poco inclini al rollio e al beccheggio così come l’avantreno rapido in inserimento, non rinnega la praticità tipica delle familiari grazie alla capacità di carico di 587 litri con 5 persone a bordo – tra le più generose della categoria – espandibile a 1.470 litri una volta abbattuto il divanetto frazionabile 40/60. Data la vocazione tutt’altro che paciosa della vettura, sebbene il 1.6 TDI da 110 cv non sia una scelta povera, il motore ideale è il più potente 2.0 TDI da 150 cv che porta in dote uno scatto da 0 a 100 km/h in 8,6 secondi a fronte di 24,4 km con un litro di gasolio. Imperdibile la trasmissione a doppia frizione a 6 rapporti (optional a 1.500 euro); è tanto rapida quanto impercettibile negli innesti. Seat Leon ST 2.0 TDI nell’allestimento sportiveggiante FR costa 25.960 euro, mentre i prezzi della gamma, che include le versioni a trazione integrale 4Drive, all terrain X-Perience, bifuel a metano e la sportiva 2.0 TSI Cupra (turbo benzina) da 290 cv, vanno da 21.580 a 35.000 euro.

Skoda Octavia Wagon
SkodaOctaviaWagon-001

Sua maestà la praticità. È una famigliare semplice e filante, forte di un abitacolo spazioso e di un bagagliaio tra i più capienti della categoria: con una capacità di 610 litri con 5 persone a bordo, eguaglia Peugeot 308 SW collocandosi alle spalle della sola Honda Civic Tourer (624 litri). Rivestimenti e finiture, sebbene non particolarmente ricercati, sono di qualità, mentre il comportamento dinamico è da tranquilla famigliare: le sospensioni assorbono correttamente le imperfezioni dell’asfalto, ma forzando il ritmo emergono un discreto rollio e beccheggio. Nonostante le generose dimensioni (è lunga 4,66 metri), può contare su di un peso tra i più contenuti del segmento (1.205 kg); ragione per la quale non risulta sottodimensionato il 4 cilindri 1.6 TDI da 110 cv, garante di uno scatto da 0 a 100 km/h in 10,8 secondi percorrendo mediamente 26,3 km/l. Al cambio manuale a 5 marce, una soluzione tecnica poco raffinata, è preferibile la trasmissione a doppia frizione DSG a 7 rapporti (1.600 euro). Skoda Octavia Wagon 1.6 TDI nell’allestimento intermedio Executive costa 25.310 euro, mentre i prezzi della gamma, che include le versioni a trazione integrale, bifuel a metano e la sportiva 2.0 TSI RS 230 (turbo benzina) da 230 cv, vanno da 20.900 a 34.650 euro.

Volkswagen Golf Variant
Der neue Volkswagen Golf Variant

La più media di tutte le medie: pratica, concreta, costruita con cura e forte di un comportamento dinamico su misura per il buon padre di famiglia: le sospensioni non sono troppo rigide, il rollio è contenuto e l’avantreno discretamente agile in inserimento. Può difettare di personalità, ma non certo di contenuti, dato che a un bagagliaio dalla generosa capienza (605/1.620 litri) abbina materiali di qualità. È tra le wagon più corte della categoria (è lunga 4,56 metri). Data l’indole tranquilla della station tedesca, il motore più indicato è il 4 cilindri 1.6 td da 110 cv, accreditato di uno scatto da 0 a 100 km/h in 11,0 secondi a fronte di una percorrenza media di 25,6 km/l. Il cambio manuale a 6 marce è preciso e poco contrastato negli innesti, ma nulla può a confronto del comfort e della rapidità portati in dote dalla trasmissione opzionale (1.900 euro) a doppia frizione DSG a 7 rapporti. Volkswagen Golf Variant 1.6 TDI nell’allestimento intermedio Comfortline costa 25.900 euro, mentre i prezzi della gamma, che include le versioni a trazione integrale 4Motion, bifuel a metano e la sportiva 2.0 GTD da 184 cv, vanno da 19.500 a 34.550 euro.

Volvo V60

Volvo V60, exterior, front, driving, winter

Bassa, filante e sportiveggiante: la wagon Volvo, contrariamente alla tradizione della Casa svedese, punta sul design e le performance piuttosto che sulla praticità. Prova ne è il bagagliaio dalla capienza inferiore alla media della categoria (430/1.241 litri) così come la disponibilità di motori turbo benzina con potenze sino a 306 cv. Non è, però, una libellula: la D4 a trazione anteriore pesa 1.507 kg. Il propulsore più adatto, date la mole e l’indole della vettura, è il 2.0 td da 190 cv, garante di uno scatto da 0 a 100 km/h in 7,7 secondi a fronte di una percorrenza media di 25,0 km/l. Sebbene sia disponibile la versione con il cambio manuale a 6 rapporti di serie, non ci sono dubbi sulla trasmissione da scegliere: è in pole position l’unità automatica a 8 rapporti Geartronic del tipo mediante convertitore di coppia. Volvo V60 D4 Geartronic in allestimento Kinetic costa 39.650 euro, mentre i prezzi della gamma, che include le versioni a trazione integrale, ibrida plug-in a gasolio e sportiva T6 (2.0 turbo benzina) da 306 cv, vanno da 30.900 a 62.070 euro.

Articoli correlati

Continua...MPV-apertura

Speciale MPV: le migliori auto tuttofare

Contaminazione tra wagon e monovolume, massimizzano tanto la capacità di carico quanto l’abitabilità.
20 aprile 2016
Continua...Abarth50014TJet595Competizione-002

Le migliori auto a meno di 25.000 euro

È possibile acquistare vetture emozionanti per aspetto e prestazioni senza svenarsi? Assolutamente sì.
22 giugno 2015
Continua...aperturaCityCar-001

Le migliori auto a 10.000 euro

Il prezzo d’attacco è prossimo a 10.000 euro, ma non per questo sono una scelta povera.
24 giugno 2016
Continua...apertura7posti

Quando cinque non bastano, le migliori auto a 7 posti

Monovolume, SUV e crossover, ma anche multispazio, sportive, ibride ed elettriche: “l’affollamento” in abitacolo è...
24 novembre 2016