BMWM4GTS2016-apertura

BMW M4 GTS: rabbia da nababbi

La versione estrema della coupé M4 vede il 6 cilindri 3.0 biturbo erogare 500 cv grazie all’iniezione d’acqua. Il peso è contenuto in 1.435 kg e l’assetto di derivazione racing. Costa quasi il doppio rispetto alla vettura base: 153.200 euro.

Pubblicato venerdì 15 aprile 2016 · da

La variante estrema GTS della coupé BMW M4 è pronta a debuttare in Italia per celebrare i 30 anni di storia dell’M3. Prodotta in solo 700 esemplari, è proposta a un prezzo di 153.200 euro: quasi il doppio rispetto alla versione base! Prestazioni a peso d’oro…

BMWM4GTS2016-007

… e proprio il contenimento dei pesi, del resto, è uno dei punti di forza della vettura, derivata dalla concept presentata lo scorso agosto a Pebble Beach, in California, e detentrice del tempo record di 7 minuti e 28 secondi al Nurburgring. Alla prova bilancia, M4 GTS fa segnare un valore di 1.435 kg; vale a dire 62 kg in meno rispetto alla comune M4 Coupé. Un risultato ottenuto grazie all’adozione di sedili in carbonio, plancia e pannelli porta alleggeriti, scarico in titanio nonché cofano motore, tetto, estrattore e splitter in CFRP (poliuretano termoplastico misto a fibra di carbonio).

BMWM4GTS2016-032

Cuore della “special” di Monaco è il consueto 6 cilindri in linea biturbo di 2.979 cc a iniezione diretta di benzina, portato dagli originari 431 cv e 550 Nm di coppia a 500 cv e 600 Nm. Il rapporto peso/potenza si attesta così a 2,87 kg/cv. Un upgrade radicale, ottenuto grazie alla rimappatura della centralina e all’iniezione d’acqua volta a migliorare le prestazioni a fronte di una riduzione dei consumi; un obiettivo perseguito vaporizzando il liquido nei condotti d’aspirazione al fine di abbassare le temperature dell’aria in ingresso e favorire la combustione. M4 GTS, proposta esclusivamente con la trasmissione a doppia frizione a 7 rapporti M DCT, scatta così da 0 a 100 km/h in 3,8 secondi e raggiunge i 305 km/h a fronte di una percorrenza media (11,4 km/l) identica alla “normale” M4, accreditata di uno 0-100 km/h in 4,3 secondi e di 250 km/h. Un risultato a dir poco eccezionale!

BMWM4GTS2016-006

L’assetto, ampiamente regolabile (manualmente), prevede una classica soluzione a molle elicoidali e ammortizzatori telescopici, mentre l’impianto frenante si avvale dei dischi carboceramici di serie. Tutto fuorché “di serie” è invece l’estetica, senza compromessi a partire dal cofano motore bombato e dallo splitter anteriore a incidenza regolabile, sino ad arrivare al vistoso alettone in alluminio e ai cerchi in lega anteriori da 19 pollici e posteriori da 20 pollici calzanti pneumatici semi slick Michelin Sport Cup 2 nelle dimensioni 265/35 R19 e 285/30 R20. Non meno appariscenti la generosa presa d’aria frontale e l’estrattore in carbonio che ingloba i quattro terminali di scarico sdoppiati, così come i gruppi ottici posteriori Oled, vale a dire forti di diodi organici: promettono un’illuminazione particolarmente omogenea e la realizzazione di diversi effetti di luce. Una prima assoluta per un modello di serie.

BMWM4GTS2016-027

E nel caso di un utilizzo votato pressoché esclusivamente alla pista? Semplice, è sufficiente optare per il pacchetto opzionale Clubsport che include roll bar, estintore di bordo e cinture di sicurezza a sei punti. Ready to race!

BMWM4GTS2016-030

 

Articoli correlati

Continua...LamborghiniCountach-apertura

Lamborghini Countach: la rabbia e l’orgoglio

La supercar bolognese, in produzione dal 1974 al 1990, appartiene al club delle vetture più cattive, brutali e aggressive...
28 marzo 2016
Continua...AlfaRomeoGiuliaQuadrifoglio-apertura

Alfa Romeo Giulia: record al Nurburgring

La Quadrifoglio, mossa da un V6 2.9 biturbo benzina da 510 cv e 600 Nm, ha girato al Ring in 7’39”.
15 settembre 2015
Continua...AlfaRomeoGiulia-apertura2

Alfa Romeo Giulia: l’alba di un nuovo giorno

La berlina del rilancio è realtà.
24 giugno 2015
Continua...NSX Exterior

Honda NSX 2016: rabbia “eco”

La supercar sfoggia un V6 biturbo da 550 cv abbinato a tre motori elettrici.
13 gennaio 2015