Ferrari GTC 4 Lusso: nel segno del quattro

Quattro posti, quattro ruote motrici e ora anche quattro ruote sterzanti: l’erede della granturismo FF vede il V12 6.3 passare da 660 a 690 cv di potenza massima, così da scattare da 0 a 100 km/h in 3,4 secondi. Costerà 270.000 euro.

Pubblicato lunedì 08 febbraio 2016 · da

4 posti veri. 4 ruote motrici. Una rivoluzione. Ferrari FF è stata una vettura di rottura rispetto alla tradizione del Cavallino e, oggi, grazie all’evoluzione GTC 4 Lusso rafforza ulteriormente tale vocazione introducendo un concetto tecnico sinora poco diffuso all’interno della gamma di Maranello: le quattro ruote sterzanti.

FerrariGTC4Lusso-005

Erede ideale di 612 Scaglietti, FF ha debuttato nel 2011 rinnegando la tradizionale configurazione 2+2 in favore di quattro posti comodi e portando al debutto la trazione integrale permanente, per la prima volta abbinata a un modello del Cavallino Rampante. L’erede GTC 4 Lusso, come accennato, si spinge oltre, mutuando da F12 TDF il Passo Corto Virtuale (PCV), che altro non è se non la sterzatura integrale, con le ruote posteriori attive in fase o controfase rispetto alle anteriori in funzione della velocità dell’auto. Quanto al motore, il V12 di 6.262 cc a iniezione diretta di benzina, caratterizzato da un rapporto di compressione particolarmente elevato e accreditato ordinariamente di 660 cv, vede la potenza massima crescere a 690 cv, così da scattare da 0 a 100 km/h in 3,4 secondi contro i 3,7 secondi di FF e toccare i 335 km/h. Prestazioni cui contribuisce il noto, e confermato, cambio a doppia frizione a 7 rapporti.

FerrariGTC4Lusso-003

Il sistema 4WD riprende fedelmente quanto previsto da FF; una soluzione forte di un sistema d’ingranaggi e una coppia di frizioni multidisco a bagno d’olio in continuo slittamento, così che i kgm prelevati direttamente dall’albero motore vengano trasmessi alle ruote anteriori solo in caso di necessità, mantenendo gli assali indipendenti tra loro e muovendo la vettura in condizioni ordinarie come una comune trazione posteriore. Frizioni multidisco che non gestiscono soltanto la ripartizione della coppia tra avantreno e retrotreno, ma anche tra le ruote anteriori, eguagliando l’azione di un differenziale autobloccante meccanico. Nessun cambiamento rilevante a livello di sospensioni (magnetoreologiche) e freni (carboceramici di terza generazione), mentre la linea, fortemente caratterizzata dalla presenza del portellone, beneficia di una calandra più ampia e squadrata nonché del “raddoppio” – da 2 a 4 – dei fanali posteriori. In abitacolo, infine, debutta un’inedita plancia fortemente caratterizzata dal display centrale da 10,25 pollici.

FerrariGTC4Lusso-009

Ferrari GTC 4 Lusso è attesa al debutto a prossimo Salone di Ginevra e verrà commercializzata a un prezzo di circa 270.000 euro.

FerrariGTC4Lusso-008

 

Articoli correlati

Continua...

Ferrari California T Handling Speciale: alza la voce

La roadster di Maranello diventa estrema grazie all’assetto irrigidito, alla trasmissione a doppia frizione velocizzata...
26 gennaio 2016
Continua...

Manifesto: la Ferrari che verrà

Ideato da sei studenti francesi, lo studio di design Manifesto prefigura la possibile linea delle Ferrari del 2040 e introduce...
31 gennaio 2016
Continua...

Le Ferrari più belle disegnate da Pininfarina

La carrozzeria piemontese, recentemente acquisita dall’indiana Mahindra, ha disegnato alcune delle Ferrari più affascinanti...
17 dicembre 2015
Continua...

Ferrari F12 tdf: lo stato dell’arte

È la versione estrema della berlinetta del Cavallino e verrà prodotta in 799 esemplari. Il V12 6.3 eroga 780 cv.
13 ottobre 2015