BMWi32016-apertura

BMW i3 2016: dura di più

Grazie a una nuova batteria da 94 Ampere, l’autonomia dell’elettrica bavarese cresce da 190 a 300 km. Upgrade anche per la versione Range Extender, mentre potenza e prestazioni restano invariate.

Pubblicato martedì 03 maggio 2016 · da

E che 300 siano! BMW i3, la prima elettrica nella storia della Casa di Monaco, grazie al recente restyling tecnico può contare su di un’autonomia di 300 km (ciclo NEDC) anziché i 190 km appannaggio della precedente versione.

BMWi32016-011

Presentata nel 2013, la compatta dell’Elica beneficia ora di batterie agli ioni di litio da 94 Ampere che garantiranno anche nell’uso quotidiano – vale a dire con condizioni metereologiche avverse e utilizzando il climatizzatore – un’autonomia minima di 200 km. Un notevole passo avanti in termini di fruibilità. Non cambiano, invece, le prestazioni del motore a zero emissioni, accreditato di 170 cv e di uno scatto da 0 a 100 km/h in 7,3 secondi. Valori che consentono a i3 di conservare il primato della categoria, dato che Ford Focus Electric (145 cv) non fa meglio, rispettivamente, di 162 km e 11,4 secondi, mentre Volkswagen e-Golf 5p. (115 cv) e Mercedes-Benz B250e (180 cv) non vanno oltre, rispettivamente, 190 km e 10,4 secondi oppure 200 km e 7,9 secondi.

BMWi32016-002

La variante “a lunga percorrenza” d’i3 arriverà nelle concessionarie durante l’estate, caratterizzata secondo tradizione dalla trazione posteriore e dalla trasmissione monomarcia, mentre la versione attualmente in commercio (leggi il nostro speciale sulle migliori auto elettriche), forte di un pacco batterie da 60 Ampere, resterà a listino. Le nuove celle verranno dedicate anche al modello ad autonomia estesa, vale a dire equipaggiato con un motore bicilindrico a benzina da 647 cc che mantiene costante il livello di carica delle batterie, similmente a quanto previsto dal duo Chevrolet Volt/Opel Ampera. Così facendo, i3 diviene un’auto a propulsione ibrida con sistema in serie anziché in parallelo, con il motore elettrico interposto tra termico e trasmissione in modo tale che questa sia sempre azionata dall’elettrico. L’autonomia raggiungerà in questo caso i 450 km a fronte di una percorrenza media di 166,7 km/l e di emissioni di CO2 nell’ordine dei 13 g/km.

BMWi32016-014

Dall’estate, la gamma della compatta bavarese – caratterizzata dall’abbinamento dell’abitacolo in poliuretano termoplastico misto a fibra di carbonio (CFRP) al telaio in alluminio – potrà quindi contare su quattro vetture: due elettriche (da 60 e 94 Ampere) e due Range Extender anch’esse proposte nel doppio livello d’intensità elettrica. In occasione dell’allargamento della famiglia, BMW i arricchirà l’offerta d’allestimenti e introdurrà una nuova iWallbox di ricarica, mentre i proprietari delle “vecchie” i3 potranno effettuare l’upgrade allo step a lunga percorrenza. L’elettrico è sempre più premium.

BMW i8 Protonic Red Edition

 

Articoli correlati

Continua...apertura3

Le migliori auto elettriche

Da più parti nel mondo si riflette su come ottenere, entro vent’anni, una mobilità esclusivamente elettrica.
05 aprile 2016
Continua...TeslaModel3-apertura

Tesla Model 3, l’elettrica va a(lla) massa

La berlina americana mira a rendere accessibile a (quasi) tutti la propulsione elettrica.
01 aprile 2016
Continua...apertura2

Il momento delle e-MTB, ecco le migliori 20

Le e-MTB sono il fenomeno del momento, ma chi pensa solo che "più motore = meno sudore", deve togliere i paraocchi.
08 marzo 2016
Continua...BMWi3-007

Prova BMW i3 – Il futuro è arrivato

170 cavalli silenziosi ma divertenti quelli della BMW i3, che proietta la mobilità urbana (e non solo) in un’altra dimensione....
24 ottobre 2013