- Pubblicità -

Una vettura senza marchio. Ma non per questo priva d’identità; specie stilistica. Coupé Corbusier è la nuova concept ideata da Renault, nata per celebrare i cinquant’anni dalla scomparsa del famoso architetto, urbanista, pittore e designer svizzero naturalizzato francese Charles-Edouard Jeanneret-Gris. Il cui pseudonimo, per l’appunto, era Le Corbusier.

RenaultCoupeCorbusier-002

Progettata dal team di disegno industriale della Casa della Régie, vuole essere un ideale punto d’incontro tra meccanica e architettura, specie la corrente modernista di cui Le Corbusier fu pioniere e maestro. Priva di qualsiasi finalità commerciale, è un vero e proprio esercizio di stile: una finestra sull’auto del ventunesimo secolo, “depurata” dai compromessi che, inevitabilmente, la produzione impone.

RenaultCoupeCorbusier-004

Le linee s’ispirano agli Anni ’30 e portano in dote una scelta fuori dagli schemi per quanto riguarda le portiere ad apertura verticale, incernierate posteriormente anziché – come più comunemente accade – anteriormente. Sebbene la Casa francese non abbia rilasciato alcuna informazione tecnica in merito alla vettura, il marcato sviluppo longitudinale del cofano lascia presagire la collocazione all’avantreno del propulsore; un’originale interpretazione del tema della berlinetta sportiva con motore anteriore. Un classico per Ferrari che, solitamente, opta per dei 12 cilindri a V. In questo caso, data l’alleanza Nissan-Renault, è più probabile si tratti del V8 5.0 da oltre 400 cv di derivazione Infiniti, marchio di lusso appartenente al costruttore giapponese.