BMW Z5: la tedesca beve il sake

L’erede della roadster Z4, attesa a fine 2016, adotterà una scocca sviluppata in partnership con Toyota. Al ritorno della capote in tela dovrebbe accompagnarsi un sensibile alleggerimento.

Pubblicato giovedì 21 gennaio 2016 · da

Una delle roadster più affascinanti mai realizzate, oltre che una delle vetture più “anziane” della gamma BMW, presentata nell’ormai lontano 2009 e aggiornata nel 2013: Z4 attende da tempo un radicale rinnovamento. Un cambio di passo che non rinneghi le origini e al tempo stesso ne attualizzi la linea, da sempre uno dei punti di forza; magari portando in dote un nome nuovo. Ad esempio Z5

BMWZ5-002

Bye bye tetto in alluminio. Secondo rumors fondati, Z4 dovrebbe tornare alla capote in tela senza tradire la configurazione d’abitacolo a due posti “secchi” e la posizione di guida d’altri tempi, fortemente arretrata e ribassata. Il pianale – e si tratta di una novità epocale – dovrebbe essere inedito e derivato dalla collaborazione con Toyota. Voci di corridoio, in proposito, parlano di una scocca in alluminio e CFRP (carbonio misto a poliuretano termoplastico) sull’onda di quanto destinato alla coupé ibrida i8 e di quanto sperimentato dalla concept Toyota FT-1. Variazioni che dovrebbero portare a un sostanzioso alleggerimento rispetto al modello attualmente nelle concessionarie che, nel caso della versione sDrive 28i, mossa da un 4 cilindri 2.0 turbo a iniezione diretta di benzina da 245 cv e 260 Nm di coppia, ferma l’ago della bilancia a 1.400 kg.

BMWZ5-004

La partnership con Toyota dovrebbe consentire alla Casa nipponica di sfruttare la medesima piattaforma per la realizzazione di una propria sportiva, vale a dire l’erede della Supra. La nuova roadster tedesca, che come accennato potrebbe adottare la denominazione Z5, vedrebbe sostanzialmente confermata l’attuale gamma motori, composta da unità a 4 e 6 cilindri benzina con potenze da 156 a 340 cv, così come il classico schema che vuole il propulsore all’avantreno e la trazione al retrotreno. Restano avvolte da un alone di mistero le versioni 4WD o ibrida, mentre è quasi certo il ritorno a listino di una M, probabilmente mossa dal medesimo 6 cilindri in linea 3.0 biturbo da 431 cv appannaggio di M4 Coupé.

2017 BMW Z4 Review And Specs - Car Concept 2017

Articoli correlati

Continua...

Prova BMW 640d Gran Coupé

Comfort da ammiraglia o ferocia da sportiva: al guidatore la scelta.
15 maggio 2015
Continua...

Alpina B6 xDrive Gran Coupé: la M mancante

Grazie al preparatore ufficiale BMW, il V8 4.4 biturbo a iniezione diretta di benzina di 650i xDrive Gran Coupé sprigiona...
16 febbraio 2015
Continua...

BMW Concept Roadster, quando il Boxer emoziona

Sempre meno razionalità, sempre più emozione nelle intenzioni di BMW Motorrad, che al Concorso d’eleganza di Villa d’Este...
24 maggio 2014
Continua...

BMW M3 e M4 Coupé: lo scettro è nostro

La cura dimagrante dei tempi moderni ci parla di cilindrate più piccole e l'abbandono dell'eccellente 8 cilindri a V.
07 luglio 2014