Audi quattro with ultra technology

Audi quattro ultra: le nuove 4WD degli Anelli

La celebre trazione integrale Audi sposa la tecnologia a basso consumo ultra: grazie al disaccoppiamento dell’albero di trasmissione, i consumi si riducono di 0,3 litri ogni 100 km.

Pubblicato lunedì 14 marzo 2016 · da

Quattro e ultra sono due termini ormai entrati nella tradizione Audi: il primo evoca il sistema di trazione integrale delle vetture degli Anelli, mentre il secondo si riferisce al pacchetto di soluzioni tecniche volte a contenere i consumi di carburante e, conseguentemente, le emissioni. Ora questi due mondi si fondono.

Dynamic photo, Colour: Tango Red

È la A4 Allroad la prima vettura a fregiarsi dell’innovativo sistema 4WD. Una soluzione dedicata ai modelli con motore anteriore longitudinale e, nel caso della all terrain di Ingolstadt, proposta in abbinamento alla trasmissione a doppia frizione S tronic. La ripartizione della coppia tra gli assali avviene mediante un pacco frizioni in bagno d’olio controllato elettricamente, così da trasferire più o meno spinta alle ruote posteriori. Sin qui nulla di rivoluzionario, se non fosse che tale frizione multidisco è collocata subito dopo il cambio e consente di scollegarlo. L’albero di trasmissione verrebbe allora trascinato dal retrotreno, ma il differenziale posteriore, quando la trazione integrale viene disinnestata, si apre grazie a un motorino elettrico, consentendo all’albero di fermarsi e portando in dote una riduzione dei consumi nell’ordine degli 0,3 litri ogni 100 km.

quattro drive

La nuova trazione integrale Audi funziona come un sistema 2WD all’avantreno quando non è necessaria la ripartizione della coppia al retrotreno e, a tempo stesso, scongiura l’effetto trascinamento dell’albero di trasmissione. Qualora siano necessarie le 4WD, la tecnologia quattro torna pienamente funzionante in due decimi di secondo. Cuore di tale innovazione è l’elettronica di bordo, in grado di monitorare ogni 10 ms la differenza di rotazione tra gli assi, l’angolo di sterzata, l’accelerazione laterale e longitudinale nonché l’erogazione del motore, tenendo oltretutto conto del programma di marcia selezionato. L’intero sistema pesa 4 kg in meno rispetto al passato e prevede tre livelli d’intervento: proattivo, anticipando le situazioni che l’auto dovrà affrontare, predittivo, variando la logica d’intervento in funzione dello stile del conducente, e reattivo, reagendo all’imprevedibile (ad esempio un improvviso cambio d’aderenza).

Efficient front-wheel drive

Dynamic photo, Colour: in crystal effect paint finish Ara Blue

Articoli correlati

Continua...Dynamic photo, 
Colour: Sepang Blue

Audi SQ7 TDI

In arrivo nella seconda metà di luglio, monta il nuovo Diesel V8 4.0 TDI con tre compressori, uno dei quali ad azionamento...
03 marzo 2016
Continua...Static photo, 
Colour: Vegas Yellow

Audi Q2

La gamma Q si allarga con un SUV compatto, stilisticamente forte e proposto con motorizzazioni fino a 2 litri e 190 cavalli....
01 marzo 2016
Continua...Dynamic photo, 
Colour: Ascari blue metallic

Audi RS Q3 Performance: SUV all’attacco

La Sport Utility tedesca può contare sullo step da 367 cv del 5 cilindri 2.5 TFSI.
29 febbraio 2016
Continua...Dynamic photo, 
Colour: Glacier White

Audi A4 Allroad 2016: a tutta polivalenza

Debutta la versione all terrain della più recente generazione di A4 Avant.
12 gennaio 2016