The SYNC 3 home screen features three zones, Navigation, Audio and Phone, as well as a quick access function tray along the bottom making for a more straight-forward user experience.

Infotainment: Toyota sfida Google e Apple

La Casa giapponese ha stretto un accordo con Ford per sviluppare e adottare lo standard SmartDeviceLink di Livio, alternativo ai sistemi Android Auto e CarPlay. Anche il Gruppo PSA interessato.

Pubblicato mercoledì 13 gennaio 2016 · da

Android Auto e CarPlay dominano il mondo dell’infotainment a quattro ruote. Gli standard creati rispettivamente da Google e Apple sembrano infatti essere divenuti irrinunciabili per le Case auto, spettatrici di un film proiettato sì sui propri schermi, ma senza avere voce in merito a trama e attori. Almeno sino a oggi, dato che Toyota – il più grande costruttore al mondo – ha stipulato un accordo con Ford per lo sviluppo di un sistema multimediale autonomo.

Spotify, the leading on-demand music streaming service providing access to a catalog of more than 20 million songs globally is now compatible with Ford SYNC® AppLink™ for simple hands-free, voice-activated entertainment while driving. (2/25/13)

Sta per scoppiare “la guerra dell’infotainment”? Sebbene di conflitto aperto sia prematuro parlare, certo è che Google e Apple non hanno gradito la mossa del brand nipponico. L’asse Toyota-Ford è infatti impegnato nell’implementare e portare progressivamente a bordo dei propri modelli lo standard SmartDeviceLink di Livio, peraltro già utilizzato dall’Ovale Blu, trasformandolo in un’open source dove costruttori e sviluppatori di app possano collaborare. Che vantaggi comporterebbe il sistema? Innanzitutto la sicurezza, grazie a una connettività dedicata, e in seconda battuta la flessibilità, adattandosi come un guanto alle caratteristiche dell’auto. L’SDL porta infatti in dote due anime: la prima strettamente legata alle informazioni riguardanti il veicolo e la seconda votata all’interazione con i device portatili. Due facce della stessa medaglia, integrate a un livello superiore rispetto ai protocolli Android Auto e CarPlay.

SmartDeviceLink-002

Al di là delle dimensioni globali dei giocatori in campo, le potenzialità del sistema SDL appaiono enormi, dato che Toyota e Ford non intendono “combattere” da sole, avendo aperto esplicitamente alla collaborazione con altri marchi, così da porre gli sviluppatori delle app nella condizione di realizzare un unico prodotto adattabile a una miriade di realtà. Una chiamata alle armi che sembra avere già fatto dei proseliti, dal momento che il Gruppo PSA (Peugeot-Citroën) e le giapponesi Honda, Subaru e Mazda stanno valutando la possibilità di abbracciare la via dello SmartDeviceLink.

Articoli correlati

Continua...ToyotaAygoAmazonEdition-apertura

Toyota Aygo Amazon: la compri sul web

L’edizione limitata della city car nipponica può essere ordinata su Amazon.it e ritirata in concessionaria.
17 novembre 2015
Continua...ToyotaPrius-apertura

Toyota Prius E-Four: Ibrida e 4WD

La quarta generazione dell’ibrida nipponica sarà disponibile anche nell’inedita versione E-Four a trazione integrale....
19 ottobre 2015
Continua...Ford Mondeo - 15

Prova Ford Mondeo Wagon 2.0 TDCi 180 cv

Cosa pensa un automobilista "premium" della Ford Mondeo Wagon? Ecco le impressioni di guida di un reale cliente, dopo una...
07 ottobre 2015
Continua...Ford10EcoBoost-apertura

Ford 1.0 EcoBoost: si “spengono” i cilindri

Il tricilindrico 1.0 turbo Ford potrebbe presto beneficiare della disattivazione parziale, o totale (!), dei cilindri.
19 maggio 2015