Fast Test Renault Twingo 0.9TCe 90 cv

Compatta, sfiziosa e con tante buone idee. La Twingo è una cittadina modello ma con il motore da 90 cv è capace anche di regalare sensazioni sportive

Pubblicato giovedì 26 novembre 2015 · da
LIVE DRIVE

LIVE
Trazione? Posteriore. Motore? Posteriore. È una Porsche! Assolutamente no. Si tratta della nuova Twingo. Con queste caratteristiche “atipiche” la Twingo si è presentata sul mercato, un mercato che all’inizio ha un po’ faticato a capirla, ma che lentamente l’ha apprezzata per le doti dinamiche che riesce a offrire.

Realizzata sullo stesso pianale della Smart For Four, la Twingo ha dalla sua una dote che in città fa la differenza: il raggio di sterzata. Nessuna concorrente diretta (Smart a parte naturalmente) riesce a girare stretto come la piccola francese e questo nonostante un interasse più generoso (+13 cm) della sua progenitrice. La seconda rivoluzione targata Twingo riguarda la carrozzeria. Abbandonata la tradizionale configurazione a 3 porte, debutta un’inedita, per la city car francese, soluzione a 5 porte. Unica variante prevista. Un’evoluzione che ricorda quanto accaduto a rivali dirette quali Fiat Panda e Lancia Ypsilon. S’ispira invece alla sorella maggiore Clio la realizzazione delle maniglie posteriori a scomparsa, incassate nei montanti posteriori, alle concorrenti Opel Adam e Fiat 500 la possibilità di personalizzazione abbinando a piacimento verniciatura e tinte delle calotte dei retrovisori laterali nonché delle protezioni e bande adesive lungo le fiancate. Non mancano un ampio tetto in tela ad apertura elettrica e luci diurne a LED. Il divanetto è frazionabile 50/50 e la possibilità di ripiegare a tavolino lo schienale del passeggero anteriore consente il trasporto di oggetti lunghi sino a 2,20 m. Il vano di carico ha una capienza di 219 litri: degna di nota e inferiore, tra le city car, alla sola Suzuki Celerio.

Il motore della Twingo in prova è il TCe 90, tre cilindri turbo Euro6 capace di 90 cv e 135 Nm di coppia con sistema Stop&Start di serie. Duplice la possibilità di connessione: tramite smartphone con tecnologia R&GO oppure mediante sistema R-Link. Nel primo caso i dispositivi mobili, tramite un’app scaricabile gratuitamente, si connettono automaticamente alla radio della vettura, visualizzando sul proprio display un menu a quattro icone dedicate a navigazione, telefonia, musica/intrattenimento e computer di bordo. Nel secondo, il sistema multimediale integrato R-Link abbina uno schermo capacitivo con possibilità di zoom e scorrimento touch alla radio digitale.

Articoli correlati

Continua...

Prova Nuova Fiat 500 2015

Al volante della rinnovata City Car torinese, nuova in 1900 particolari, ma sempre fedele allo stile che l’ha resa inconfondibile....
03 luglio 2015
Continua...

Prova Opel Karl

La city car a 5 porte tedesca pensiona l’Agila e nonostante dimensioni contenute vanta una buona capacità di carico.
05 giugno 2015
Continua...

Citroën C1 MY14: salto in alto

“Cugina” della Peugeot 108 e della nuova Toyota Aygo, si rinnova radicalmente rispetto al passato.
16 giugno 2014
Continua...

Prova Peugeot 108

Un’era geologica avanti rispetto alla 107, la Peugeot 108 si distingue per la ricchezza delle dotazioni e la miriade di...
22 giugno 2014