MINICooperSCabrio-apertura

Prova MINI Cabrio Cooper S

Cresciuta nelle dimensioni e nell’interasse rispetto al passato, si conferma una delle cabriolet compatte più sportive e gratificanti. Ha perso un po’ della celebre reattività a vantaggio della stabilità e del comfort. Esuberante ai medi il 2.0 turbo da 192 cv.

Pubblicato mercoledì 23 marzo 2016 · da
LIVE DRIVE

La maturità porta dei cambiamenti: se è vero per le persone, per le auto può essere ancora più evidente. Basti pensare a MINI Cabrio: la nuova generazione, più grande, meglio rifinita e con un interasse maggiorato rispetto al passato, cresce sotto il profilo della praticità, ma vede lievemente attenuate alcune caratteristiche dinamiche che caratterizzavano il precedente modello. Pur restando una delle vetture en plein air più piacevoli e precise da guidare, complice il kart feeling che da sempre contraddistingue la “tutto avanti” inglese, è meno reattiva nei trasferimenti di carico e può contare su di un avantreno rapido sì in inserimento di curva, ma non come in passato. In compenso, vede rafforzata la stabilità, specie in velocità. È, in estrema sintesi, una vettura più matura.MINICooperSCabrio-006

30.100 euro per entrare in possesso della Cooper S “base” da 192 cv oggetto della nostra prova, mossa da un 2.0 turbo benzina da 192 cv. Un prezzo che sale a 33.400 euro optando per l’allestimento top di gamma Hype, pressoché un must dato che include il climatizzatore automatico bizona, la possibilità di selezionare diverse modalità di guida, gli interni in pelle e i cerchi in lega da 17 pollici, cui sommare i 1.950 euro del cambio automatico sportivo a 6 marce e i 250 euro del frangivento. Non volendo rinunciare alle sospensioni adattive (600 euro), una Cooper S “coi fiocchi” costa 36.200 euro. In assoluto non poco, anche considerando che la più potente Volkswagen Maggiolino Cabriolet – 2.0 turbo benzina da 220 cv – viene proposta a un prezzo solo lievemente superiore (36.650 euro); bisogna però considerare che, ad oggi, è difficile, quando non impossibile, trovare una cabriolet compatta altrettanto gratificante ed emozionante.

LIVE
La capote in tela c’è: il marchio distintivo di MINI Cabrio è salvo. Basata sulla versione coupé a tre porte, la cabriolet inglese ne condivide piattaforma e meccanica, così come le variazioni a livello di dimensioni e interasse. Rispetto al modello precedente aumentano la lunghezza di 98 millimetri e la larghezza di 44 mm, mentre il passo cresce di 28 mm e le carreggiate di 42 mm all’avantreno e 34 mm al retrotreno. Una testimonianza di come l’impronta a terra sia divenuta più generosa. Cambiamenti che hanno riflessi positivi anche sulla capacità del bagagliaio, aumentata del 25% e ora compresa tra 160 e 215 litri in funzione della posizione della capote. Quest’ultima rigorosamente in tela e a comando elettrico, in grado di aprirsi parzialmente (di 40 cm) o integralmente in 18 secondi e sino a una velocità di 30 km/h; agendo anche mediante il telecomando.

MINICooperSCabrio-019

È cresciuta, ma la posizione di guida resta inconfondibilmente MINI: seduta ribassata, superfici vetrate non molto estese e volante – adattabile in profondità e altezza – verticale si accompagnano alla possibilità di regolare manualmente il sedile in longitudine, altezza e nell’inclinazione – a scatti anziché la più precisa soluzione progressiva – dello schienale. La sensazione d’inserimento nel corpo vettura è, da tradizione, ottima: chiunque si sente a proprio agio. Non altrettanto curata la protezione dall’aria a capote aperta: in assenza del frangivento, sia il guidatore e il passeggero anteriore sia gli occupanti del divanetto, frazionabile 50/50, sono esposti alle turbolenze. In compenso, quanti siedono posteriormente beneficiano di un’accessibilità migliorata rispetto al precedente modello, complice lo scorrimento accentuato dei sedili anteriori.

MINICooperSCabrio-025

La multimedialità e gli interni ricalcano fedelmente quanto previsto da MINI tre porte, con alcune peculiarità quali la possibilità di avere la capote con il motivo Union Jack, accattivante esteticamente, e di beneficiare della modalità Cabrio del climatizzatore: sia optando per la configurazione tetto scorrevole sia guidando en plein air, l’influsso delle turbolenze viene compensato nella regolazione dell’intensità, della diffusione e della temperatura dei flussi d’aria generati dall’impianto automatico bizona. Una funzione pratica, capace di rafforzare il comfort della scoperta inglese al pari degli avvertimenti meteo connessi alle MINI Connected App: allertano il guidatore qualora lungo il tragitto sia prevista pioggia. Imperdibili!

MINICooperSCabrio-030

Quanto ai motori, ai classici 4 cilindri si affiancano i nuovi tricilindrici, anch’essi caratterizzati dalla tecnologia TwinPower Turbo. Pacchetto tecnico che, nel caso dei propulsori a benzina, si compone di turbocompressore, iniezione diretta, fasatura variabile sia lato aspirazione sia lato scarico e controllo continuo delle valvole analogo al Valvetronic BMW. Non meno ricercate le unità a gasolio, forti del turbocompressore a geometria variabile e caratterizzate dall’iniezione diretta common rail con pressione massima di 2.000 bar. La gamma prevede il 3 cilindri 1.5 turbo benzina negli step da 102 cv (One Cabrio) o 136 cv (Cooper Cabrio) e il 4 cilindri turbo benzina di 2,0 litri da 192 CV di Cooper S Cabrio, affiancati dal tricilindrico 1.5 td da 116 cv destinato a Cooper D e dal quadricilindrico 2.0 td da 170 cv di Cooper SD. Top di gamma la John Cooper Works, mossa dallo step da 231 cv del 2.0 turbo benzina.

Articoli correlati

Continua...MiniCooperHatchback14

Vista da lei – MINI Cooper Hatchback, che caratterino!

Un divertente kart con una strumentazione di bordo degna di una cabina di pilotaggio.
05 marzo 2016
Continua...MINIClubmanAll4-apertura

MINI Clubman All4: famiglia integrale

La wagon inglese beneficia delle 4WD, riservate alle versioni top di gamma Cooper S e Cooper SD.
20 gennaio 2016
Continua...MINICabrioJCW-apertura

MINI Cabrio JCW: grinta on air

Debutta la versione high performance della scoperta inglese: il 2.0 turbo benzina eroga 231 cv e consente di scattare da...
15 gennaio 2016
Continua...MiniClubman2016-018

Prova MINI Clubman 2016

Cresce nelle dimensioni, cresce nelle dotazioni, si conferma icona di stile.
25 ottobre 2015