- Pubblicità -

Il pony express? Potrebbe essere un mestiere destinato a scomparire in un futuro nemmeno tanto lontano, un po’ come lo spazzacamino e (sigh!) il carburatorista. Nel giro di qualche anno il suo lavoro potrebbe infatti essere messo fuorigioco dalle nuove tecnologie, come dimostra bene il Vision Van di Mercedes Benz, un concept che veste i panni del manifesto programmatico della Casa. A Stoccarda si punta senza mezzi termini a un salto di qualità: passare da costruttore di veicoli commerciali a fornitore di servizi logistici integrati.

Mercedes-Benz Vision Van – Interior, One-Shot Loading ; Mercedes-Benz Vision Van – Interior, One-Shot Loading;

Il Vision Van gioca in questo senso un ruolo strategico e mostra le potenzialità del sistema adVANce che stanno mettendo a punto in Mercedes. I pilastri del progetto sono tre: motore elettrico, qui da 75 kW e con 270 km di autonomia, per trasporti a zero emissioni locali e accesso anche alle Zone a Traffico Limitato; sistema di gestione dei colli da consegnare intelligente e automatizzato, grazie ad algoritmi di ultimissima generazione; connessione costante con la rete, l’ambiente e le infrastrutture circostanti.

Mercedes-Benz Vision Van – Interior ; Mercedes-Benz Vision Van – Interior;

In parole povere un furgone come il Vision Van può uscire dal centro di logistica dopo essere stato caricato da un robot, con l’autista che lo guida verso la destinazione sfruttando un semplice joystick, che rimpiazza volante, pedaliera e consolle centrale. Una volta giunto in loco, poi, l’addetto può contare sull’aiuto di due droni piazzati sul tetto, capaci di consegnare pacchi di anche due chili di peso in un raggio di 10 km. Il tutto per un aumento dell’efficienza del 50% rispetto ai corrieri tradizionali nel cosiddetto ultimo miglio. I corrieri espressi si stanno già fregando le mani!!