- Pubblicità -

Una bella gita fuori porta? Perché no. Ho letto che Villa Arconati, a Castellazzo di Bollate, oggi è aperta al pubblico. D’estate il suo ampio giardino “alla francese” ospita un prestigioso Festival musicale. Tempo fa ci andai ad ascoltare Dee Dee Bridgewater e, qualche anno più tardi, Mark Lanegan, ma non ho mai visitato i suoi appartamenti affrescati. Contatto un paio di amici e li invito a condividere una mattinata culturale. Ci accompagnerà la Clio Sporter Duel²  in elegante livrea Black Etoilé, con il suo cambio EDC (a doppia frizione) e motore 1.5 dCi da 90 cv, uno dei più diffusi e apprezzati in assoluto nella gamma Renault.   

Renault Clio Sporter Duel09I miei passeggeri e… i sedili. C’è da segnalare subito che sono in morbida pelle e riscaldabili, un optional molto utile in inverno. I pareri degli amici sono discordanti. Uno di loro trova che siano stretti, un altro troppo avvolgenti. Per quanto mi riguarda mi sono trovata a mio agio (comodo anche il bracciolo) e la guida ne ha guadagnato in relax. Il cambio EDC a 6 rapporti e il sistema Stop&Start aiutano ad accrescere il feeling con questa vettura formato famiglia. Comodità e divertimento emergono nella giusta dose. Nei lunghi viaggi si può scegliere la modalità ECO, che se da un lato rallenta un po’ la velocità e la fase di risposta del motore, dall’altro incide sui consumi, abbassandoli in maniera significativa. Per quel che mi riguarda, anche se al volante non sono particolarmente competitiva, preferisco usare questa modalità quando si viaggia a velocità costante, piuttosto che in città o nelle situazioni in cui si continua ad accelerare, dove invece preferisco un motore più scattante.
Le dimensioni più abbondanti dell’auto rispetto a quelle che ho guidato finora non incidono sulla maneggevolezza: la Clio è più grande ma non me ne accorgo. Mi accorgo, invece, che il diametro di sterzata è contenuto e permette di effettuare le manovre anche in spazi stretti con buona agilità. Il parcheggio è facilitato dalla telecamera di retromarcia.

Renault Clio Sporter Duel02

Percorriamo il lungo il viale alberato all’interno del Parco delle Groane, viale che conduce alla Villa acquistata dal conte Galeazzo Arconati nel ‘600. Guardo dallo specchio retrovisore interno e mi accorgo che uno dei passeggeri ha approfittato dell’ampio “salotto” posteriore (ottimo anche per tre adulti) per appisolarsi. Provo a dargli una svegliata accendendo la radio, parte integrante del sistema R-Link Evolution Dab (Digital Audio Broadcasting). Beh, la vita a bordo è proprio facile: questa tecnologia intuitiva l’ho provata per la prima volta sulla piccola Renault Twingo! Tutte le info sono a portata di dita: mappe di TomTom con cartografia Italia, radio digitale, telefono…

Renault Clio Sporter Duel08
Ma ecco che l’ospite torna tra noi e ne approfitta per dissetarsi con una bottiglietta d’acqua, alloggiata in uno dei numerosi vani presenti nell’auto. Dettagli, questi, che si abbinano, in maniera naturale, all’eleganza degli interni con finiture in pelle molto morbida. Il taglio sportivo lo ritrovo nel lunotto posteriore, che però risulta un po’ risicato e limita la visibilità. Di tutt’altra ampiezza il bagagliaio. Durante la prova abbiamo abbattuto i sedili con facilità e sistemato una bici elettrica da donna, smontando la sola ruota anteriore. In aggiunta, sotto il pavimento, si cela un vano in cui trovano posto, ad esempio, le catene da neve e gli attrezzi di primo soccorso. Il prezzo del modello che abbiamo ricevuto in prova è di 23.ooo euro.
Renault Clio Sporter Duel10

Noi una visita a Vila Arconati l’abbiamo fatta. Nelle immagini un assaggio di ciò che riserva, dentro e fuori. Il resto? Scopritelo voi… 

Vai alla prova di RED