- Pubblicità -

Un gesto per attivare la riproduzione musicale. Un ulteriore cenno per avviare la navigazione. Un movimento per accedere alla rubrica indirizzi. No, non è l’Enterprise e voi non siete il capitano Kirk. Anche se il sistema propulsivo del vostro veicolo emette, effettivamente, un discreto sibilo…

volkswagen-e-golftouch-001

La nuova Volkswagen e-Golf Touch, presentata in occasione del recente Salone di Parigi, porta al debutto la versione definitiva dell’infotainment a comandi gestuali svelato a inizio anno al CES di Las Vegas. Cuore del sistema sono il display da 9,2 pollici al centro della consolle e l’interazione con gli smartphone sia Android sia iOS, oltre alla possibilità di ricaricare induttivamente i device portatili. In aggiunta, le preferenze del conducente vengono salvate su cloud e importate rapidamente su altre vetture di Wolfsburg, mentre la voce dei passeggeri posteriori può essere amplificata per agevolare la comunicazione in abitacolo. Una Golf decisamente hi-tech.

volkswagen-e-golftouch-003

Oltre che sull’evoluzione multimediale, e-Golf Touch può contare su di un’autonomia di 300 km – 200 km in condizioni di marcia ordinaria, vale a dire a climatizzatore attivo e con qualsiasi condizione climatica – grazie a batterie identiche nelle dimensioni al passato, quando la percorrenza media si attestava a 190 km, ma ora forti di una potenza di 37 anziché 25 kWh. Ne conseguono uno scatto da 0 a 100 km/h in 9,2 secondi anziché 10,4 secondi come per il vecchio modello e una velocità massima di 150 km/h invece di 140 km/h. Il propulsore a zero emissioni, al momento accreditato di 115 cv e 270 Nm, dovrebbe vedere la cavalleria crescere a 136 cv in occasione del restyling della settima generazione della Golf, atteso a inizio novembre al Salone di Los Angeles.

volkswagen-e-golftouch-007