- Pubblicità -

LIVE
Nella raffica di novità Yamaha 2016 per la serie stradale di punta MT c’è la versione aggiornata della MT-09, già premiata dal mercato con oltre 20.000 pezzi in Europa dal lancio nel 2014. Di fatto la moto è invariata nella sostanza (leggi qui la prova della prima versione); ha però guadagnato il controllo di trazione TCS (solo sulla versione ABS, optional che per noi di red è tassativo). La naked sportiva meglio rappresentativa dello slogan The Dark Side of Japan mantiene immutate le caratteristiche fondamentali del tre cilindri in linea bialbero a 12 valvole “crossplane”, con i suoi 115 cavalli a 10.500 giri e coppia massima di 87,5 Nm a 8.500 giri. Confermati l’acceleratore elettronico (YCC-T), eredità dalle race replica R1 ed R6, nonché la gestione multimappa dei tre D-Mode, che sono stati ulteriormente messi a punto. La MT-09 con TCS è uguale anche per ciclistica e sovrastrutture.

RIDE
Provata per RED sulle strade intorno ad Altea, in Costa Brava, tra Benidorm e Alicante, sulla nuova MT-09 ritroviamo il grande divertimento che sa offrire, in virtù della sportività “comoda”: questo grazie al manubrio alto e largo, quasi da maxi motard, che da sempre ispira la “dirt ride” pur permettendo controllo e feeling di guida. Con il controllo di trazione, regolabile su due livelli, la tricilindrica 900 Yamaha ha fatto un bel passo avanti sul fronte sicurezza, anche perché il suo motore è esuberante. Messaggio per gli chi impenna e derapa: se promettete di usare la testa vi confidiamo che i controlli di trazione e frenata (ABS) sono disinseribili… Il prezzo della Yamaha MT-09 ABS (TCS) è di 8.690 euro f.c., solo 500 euro in più del modello base (8.190 euro). Li vale tutti.