L’onda lunga delle modern classic non accenna a scemare (per fortuna) e le prime novità di un certo spessore arrivano da Honda, che mette mano alla CB1100 cambiandola d’abito e duplicandola in una bella versione café racer, che mette nel mirino la Triumph Thruxton R.

Gli elementi distintivi principali sono il serbatoio, ridisegnato senza saldature a vista, e le ruote con cerchi a raggi da 18″ in acciaio inox con rivestimento zincato. Anche fianchetti, parafango e pedane hanno nuove linee più personali e classiche, mentre per le luci c’è stato il passaggio alla tecnologia LED. Rivista la ciclistica, capitolo sospensioni, che all’avantreno contemplano la nuova forcella Showa Dual Bending Valve con steli da 41 mm di diametro. Il carattere più deciso deriva anche dai nuovi silenziatori, più corti, che promettono un sound capace di mettere d’accordo vista e udito.

Alla versione EX sarà affiancata la RS, declinazione café racer caratterizzata da elementi che ne enfatizzano la sportività. Vedi le ruote con cerchi da 17″ in lega con pneumatici sportivi a profilo ribassato, i freni con pinze radiali, le sospensioni Showa con ammortizzatori piggy-back, il manubrio più basso e gli indicatori di direzione anch’essi a LED. Coperchi dei carter e delle teste a parte, tutto il blocco motore sarà nero. La posizione in sella e l’impostazione di guida, più caricate sull’avantreno, sono in linea con il carattere della moto.