suzuki_gsx_r125_031

Suzuki GSX-R125 Abs: dedicata ai piloti in erba

Agile e leggera, la Suzuki GSX-R125 Abs debutta al Salone di Colonia ed è la nuova sportiva entry level di Hamamatsu. E' proposta in tre colori: bianca, nera e oppure nel blu della squadra ufficiale della MotoGP

Pubblicato martedì 04 ottobre 2016 · da

In attesa che un domani la famiglia GSX-R si possa completare magari con le tradizionali versioni di media cilindrata, Suzuki presenta all’Intermot 2016 due modelli che si pongono agli antipodi della gamma sportiva. Se al vertice c’è la cattivissima 1000, a fare da modello d’accesso arriva invece la piccola Suzuki GSX-R125 Abs, una ottavo di litro che strizza l’occhio a tutti i giovani desiderosi di emulare i piloti della MotoGP.

suzuki_gsx_r125_018

Questa moto ha dimensioni molto compatte ma ha tutto quel che le serve per fare la sua onesta figura fuori da scuola o al bar con gli amici. Ciò vale soprattutto per gli esemplari nella livrea Triton Blue, che riprende i colori della squadra ufficiale, invece che in bianco o in nero, decisamente meno personali. La carenatura è attillata, con la sezione frontale più contenuta della categoria, grazie ad attenti studi in galleria del vento, e la sella si trova 785 mm da terra, per mettere a proprio agio anche i… diversamente alti.

suzuki_gsx_r125_007

Con questi presupposti c’è poco da stupirsi che in Suzuki dicano di avere una moto scattante e agilissima, con il miglior rapporto peso/potenza della categoria. Visto che sul denominatore di questa frazione c’è sempre poco da lavorare (la potenza del motore monocilindrico bialbero raffreddato ad acqua Euro 4 non è dichiarata ma sarà comunque di 15 cv, nei limiti di legge per chi ha patente A1 o B), ad Hamamatsu hanno giustamente deciso di limare il numeratore.

suzuki_gsx_r125_012

Pur puntando sulla leggerezza, la Suzuki GSX-R125 Abs ha comunque una dotazione ricca. Che ci sia il sistema antibloccaggio per i freni lo dice già il nome, mentre sono una bella sorpresa il sistema di avviamento Easy Start System, che permette di non insistere mai sul pulsante di avviamento, la strumentazione digitale con pannello Lcd e, soprattutto, la chiave elettronica, che può essere lasciata in tasca e viene riconosciuta comunque dalla moto, quando ci si avvicina. Altre note positive vengono dal faro a Led, dallo scarico a due uscite, dai cerchi in lega da 17 pollici e dai freni a disco a margherita.

Articoli correlati

Continua...suzuki_gsx_s750_032

Suzuki GSX-S750: la naked media filante e hi-tech

Suzuki non svela solo la GSX-R1000 al Salone di Colonia: a rubare la scena alla supersportiva c'è anche una nuova naked...
04 ottobre 2016
Continua...SuzukiGSXS1000-009

Fast Test Suzuki GSX-S1000

È la giapponese più vicina in assoluto al concetto di streetfighter.
05 agosto 2016
Continua...SuzukiSV650ABS_2016_55

Prova Suzuki SV650 ABS

Tanti piccoli aggiornamenti concorrono a ottenere un grande risultato finale.
28 febbraio 2016
Continua...suzuki_vstrom_650_2017_00039

Suzuki V-Strom 650 2017: l’equilibrio prima di tutto

La Suzuki V-Strom 650 2017 si rinnova nel look e nella sostanza, oltre che nella dotazione.
05 ottobre 2016