vespa125gt

Vespa GTS 125 e 150 2017: arriva lo Start & Stop

Al Salone di Colonia debutta sulle Vespa GTS 125 e 150 il nuovo motore i-gen dotato di Start & Stop. Entrambe le versioni sono omologate Euro 4

Pubblicato martedì 04 ottobre 2016 · da

Per questa volta risparmiatevi pure la fatica di andare a cercare una lente d’ingrandimento. In fondo vi servirebbe a poco, dato che dalle foto è praticamente impossibile riconoscere la nuova Vespa GTS 125 e 150 2017 dall’edizione precedente. Una novità però c’è ed è di quelle che meritano di essere raccontate nei minimi dettagli: al Salone di Colonia debutta infatti un motore nuovo di zecca, battezzato i-get e che adotta per la prima volta un raffinato Start & Stop.

Questo dispositivo porta la sigla RISS, che sta per Regulator Inverter Start & Stop System, e si occupa di spegnere automaticamente il motore dopo un tempo che va dai 3 ai 7 secondi un volta che ci si sia fermati (tutto varia in funzione della temperatura del motore). In questo modo si vanno a tagliare drasticamente consumi ed emissioni nella guida in città e non è un caso che entrambe le cilindrate siano omologate Euro 4. Quando poi ci si vuole rimettere in marcia, basta ruotare l’acceleratore e in  men che non si dica un motorino elettrico brushless calettato sull’albero motore riavvia la Vespa, senza rumori o sussulti.

Si parlava di consumi: quelli dichiarati sono 42,4 km/litro per la GTS 125 2017 e di 41,1 per la GTS 150. Per la prima, che si può chiaramente guidare anche a 16 anni con patente A1 o a 18 con la B, potenza e coppia sono rispettivamente di 12,2 cv e 11,1 Nm, mentre per la 150, che resta purtroppo l’unica a poter percorrere tangenziali e autostrade (finirà un giorno anche questa storia…), i valori salgono a 15 cv e 14 Nm. Per raggiungere questi risultati a Pontedera hanno ridotto al minimo gli attriti e i giochi e hanno studiato un cilindro disassato. Quest’ultimo è disegnato ex novo, così come il pistone, l’albero motore, il raffreddamento a liquido, la testa e la distribuzione a quattro valvole, che richiedono una registrazione ogni 20.000 km, mentre il classico tagliando va fatto ogni 10.000.

Per il resto le Vespa GTS 125 e 150 2017 continuano a sfoggiare fiere la scocca in acciaio, con lo scudo impreziosito dall’elegante “cravatta” e con le frecce a Led che fanno anche da luci diurne. Degno di nota il nuovo rivestimento della sella, che si apre con un comodo telecomando e sotto la quale possono trovare posto due caschi demi-jet. Quanto a praticità, vanno poi ricordati il vano nel retro dello scudo con presa Usb, utile alla ricarica dello smartphone. Quest’ultimo può essere connesso allo scooter grazie anche alla Vespa Multimedia Platform, un optional che lo trasforma in una sorta di computer di bordo. Gadget hi-tech a parte, la lista degli accessori comprende ovviamente – tra le altre cose – portapacchi anteriore e posteriore, telo per le gambe e parabrezza mentre l’Abs è di serie.

Articoli correlati

Continua...EICMA 2015 selezione - 59

Nuova Vespa 70

Piaggio celebra i 70 anni del più famoso mito a due ruote con una serie di edizioni speciali per i modelli più rappresentativi...
26 novembre 2015
Continua...Vespa Armani - 2

Vespa 946 Emporio Armani

Costa 9.900 euro f.c.
10 giugno 2015
Continua...VespaPrimaveraeSprintABS-003

Vespa Primavera e Sprint ABS

Anche per i Vespini arriva l’impianto ABS.
14 luglio 2014
Continua...VespaGTS2014ABSASR-006

Prova Vespa Gts 300 ABS

La Vespa più potente e veloce di sempre è oggi anche la più tecnologica.
30 aprile 2014