HondaAfricaTwinCorsica-cover

La mia Africa (Twin)

5 giorni di viaggio no stop con la maxi enduro del momento per capire se dietro al suo successo c’è più suggestione o più sostanza. L’Africa Twin DCT esce vincente su tutti i fronti. L’avventura è dietro l’angolo

Pubblicato mercoledì 31 agosto 2016 · da
LIVE RIDE

Fermo al molo 59 del porto di Livorno, mentre aspetto di imbarcarmi sul traghetto per la Corsica, vengo affiancato da un ragazzo con una bella maxi enduro. Adoro arrivare al porto con la moto carica e trovare altri come me pronti a imbarcarsi: si crea subito un legame con gli altri motociclisti, si fa amicizia perché prendere un traghetto regala la sensazione dell’avventura. La maxi enduro del mio nuovo amico è una di quelle grosse e potenti, con tanta elettronica addosso, targa nuova di pacca. Guarda la “mia” Africa Twin con gli occhi che brillano: “Bellissima, fantastica, poi questa è quella con il DCT, vero? Guidarla con il cambio automatico deve essere una figata“. Annuisco, è proprio una figata, ma anche la tua è una bella moto, affermo. E poi ha un mare di cavalli. Risposta: “Sì ma per come vado io non me ne faccio niente“.

HondaAfricaTwinCorsica-001A Bonifacio una coppia su GS ci affianca mentre siamo in coda, resta affiancata per quasi un chilometro, il proprietario mi chiede informazioni: “è l’unica che prenderei in considerazione per cambiare la mia“. Resto un attimo interdetto: “Ma non è una concorrente diretta” dico, “la tua è un 1200 e costa parecchio di più”. “Sì ma tanto per come vado io…Episodi veri a cui vanno aggiunte le decine di volte che l’Africa Twin è stata ammirata, circondata, indicata, invidiata. Ecco, in queste risposte troviamo probabilmente la chiave del successo di una moto che piace, evidentemente fa “status”, e che al di la delle suggestioni che può aver dato a qualche nostalgico un po’ avanti con l’età, è arrivata al momento giusto. La definisco “della giusta misura”. Grossa a sufficienza per essere giudicata una maxi, potente il giusto, forse un filo pesante (senza il DCT perde 10 kg ma non rinuncerei a questo cambio), con un motore azzeccatissimo per erogazione, coppia, carattere. Azzeccato anche nei rapporti: né lunghi, né corti. Insomma, una moto “giusta”.

Un ritorno con il botto, quello dell’Africa Twin, perché la maxi Enduro Honda è schizzata subito in vetta alle classifiche di vendita con numeri importanti, frustrati solo dal problema di produzione dovuto al danneggiamento della fabbrica giapponese di Kumamoto, dove le Africa Twin vengono prodotte (assieme a molte altre Honda). Anche se Honda è corsa ai ripari spostando in fretta e furia la linea di produzione in un’altra fabbrica, la lista d’attesa si è allungata un po’, altrimenti le Africa Twin vendute sarebbero molte di più. Da tempo una moto Honda non accendeva emozioni in modo così importante: un po’ per “colpa” della stessa Honda, che nel periodo di crisi ha preferito concentrarsi su prodotti più pragmatici che emozionali (ma che hanno fatto bei numeri di vendita). L’Africa, invece, è riuscita a riportare il marchio dell’ala al centro delle discussioni degli appassionati, coinvolgendo nuovi motociclisti, enduristi di ritorno ed ex “africani” pentiti (con “meglio la vecchia” sempre in bocca… Dimenticandosi che erano altri tempi). Insomma, è una moto speciale che meritava una prova speciale.

HondaAfricaTwinCorsica-004Per questo motivo ho deciso di provarla come l’avrebbe fatto un acquirente (infatti ne ho viste molte in giro quest’estate), ossia in viaggio a pieno carico, andando a cercare l’avventura che l’Africa Twin promette nella più vicina delle isole lontane: la Corsica. Quel posto dove puoi cercare ancora l’effetto “Cast away” nella caletta che raggiungi dopo chilometri di sterrato, dove le curve sono più dei rettilinei e la natura selvaggia ha ancora il sopravvento sulle case e l’asfalto. Pieno carico, perché era questa la condizione che aveva reso scettico qualcuno che, drogato di cavalli, pensava insufficiente la potenza di 95 cv per situazioni come queste.

Articoli correlati

Continua...yamaha-mt-09-my2017-20

Prova Yamaha MT-09 my 2017

Il design si ispira alla MT-10 ma la facilità e il gusto di guida restano quelli di sempre, al prezzo decisamente concorrenziale...
02 dicembre 2016
Continua...kawsakininjazx10rrefactory-018

Prova Kawasaki Ninja ZX-10RR e ZX-10R Factory #1

La Ninja ZX-10R non vi basta? Da Akashi arriva la RR, ancora più dotata.
18 novembre 2016
Continua...ducati-monster-1200-dinamiche-2

Prova Ducati Monster 1200 S MY2017

Il nuovo Monster 1200 cambia in profondità, per tornare a essere maneggevole ed emozionante come in passato.
17 novembre 2016
Continua...2014_mbk_boosternaked_eu_mbm3_stu_001

Scooter tassellati: tutto nasce dal Booster

L'Honda X-ADV potrebbe diventare capostipite di un nuovo genere: quello degli scooter medi con vocazione da giramondo.
26 settembre 2016