drive now BMW i3

Sciopero 24 luglio, come limitare i disagi

Il car e il ride sharing sono le soluzioni migliori per spostarsi in città, in assenza dei mezzi pubblici

23 luglio 2019 - 18:09

Mercoledì 24 luglio sarà una giornata molto difficile per gli spostamenti, a causa dello sciopero nazionale indetto da varie sigle sindacali (Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti). La protesta non si limita trasporto pubblico, ma coinvolge anche navi, aerei, treni e autostrade (i caselli).

Dove e quando

Nel dettaglio, e in ordine alfabetico, ecco il quadro della protesta nelle principali città italiane.

  • Bari: dalle 12.30 alle 16.30
  • Bologna: dalle 11.00 alle 15.00
  • Firenze: dalle 18.00 alle 22.00
  • Genova: dalle 11.30 alle 15.30
  • Milano: dalle 18.00 alle 22.00
  • Napoli: dalle 9.00 alle 13.00
  • Palermo: dalle 9.30 alle 13.30
  • Roma: dalle 12.30 alle 16.30
  • Torino: dalle 18.00 alle 22.00
  • Venezia: dalle 10.00 alle 14.00

Come limitare i disagi

A fermarsi dunque non è il solo trasporto locale. Per chi vive in città, detto che comunque tempi più lunghi di spostamento sono da mettere in conto, le alternative non mancano. E a fornirle sono le tante possibilità di mezzi in condivisione oggi esistenti. Dal car sharing al ride sharing, passando per il bike sharing. Tutto quello che dovete fare, se non l’avete già fatto, è scaricare l’app relativa e registrarvi sul portale. E poi scegliere il vostro mezzo di trasporto preferito. Qui sotto qualche link utile ai principali operatori di bike e scooter sharing.

Car sharing

Scooter sharing

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Fiat Concept Centoventi, frontale, Salone di Ginevra 2019

Fiat Centoventi, 500 elettrica e le altre novità di Fiat in arrivo

tutor ok

Tutor di nuovo attivo entro pochi giorni. La Cassazione dà ragione ad Autostrade

Monopattini e hoverboard elettrici, Milano dice stop. Per ora. E il resto d’Italia?