I diavoli dell’Inferno (verde)

La stagione per tentare il record del Nürburgring si avvicina. La Nordschleife attende la vettura che saprà battere il primato di 6’48” appartenente a Radical SR8 LM. Ecco le supercar stradali che hanno fatto registrare i migliori dieci tempi di sempre

2) Radical SR8 – 6’55” – anno 2005

Assai simile alla “sorella” SR8 LM, differiva principalmente per la cilindrata del V8, pari a 2,6 anziché 2,8 litri. Cubatura dovuta all’abbinamento di due quadricilindrici di 1.298 cc di derivazione Suzuki GSX-R 1300 Hayabusa, uniti così da formare una V particolarmente stretta (72°). Basata sulla meno performante SR3, poteva contare su 363 cv, lubrificazione a carter secco e cambio sequenziale a 6 rapporti.
Le sospensioni sfruttavano ammortizzatori regolabili sia in compressione sia in estensione, mentre la trazione – posteriore – si avvaleva di un differenziale autobloccante Quaife. L’impianto frenante (Wilwood o AP Racing) prevedeva dischi baffati da 280 mm di diametro con pinze a 4 pistoncini. La carrozzeria era in vetroresina anziché il più pregiato – e leggero – carbonio della versione LM (Le Mans).