Moto da pista sempre più vicine alle moto da cross? La risposta è sì, non dal punto di vista tecnico, ovviamente, ma da quello filosofico. Se le sportive sono sempre più estreme, se è vero che si sfruttano solo in pista e se è vero che molti clienti le preparano per correre nei campionati ecco che si apre un mercato molto interessante per aziende per cui l’idea di proporre una moto pronto-gara potrebbe essere molto stuzzicante. L’idea venne a KTM qualche anno fa che propose la sua RC8R in versione Track. Niente luci niente targa impianto elettrico semplificato e carena racing. Compravi, accendevi, correvi (l’ho usata anche io per un anno). E risparmiavi qualche Euro sull’acquisto.

Poi, dato che chi corre ha spesso bisogno di assistenza, consigli e suggerimenti da parte di esperti perché non seguirlo come si farebbe con un pilota “Factory”. È quello che ha fatto BMW con il suo programma motosport, che non ha solo organizzato un campionato “mondiale” per chiunque corra con la S1000RR ma mette a disposizione un pool di esperti a chiunque guidando una S1000RR in un qualsiasi campionato abbia necessita di un consiglio sull’assetto, una mappatura o un problema tecnico. Vendere parti speciali ufficiali dedicate al racing con un catalogo ufficiale diventa la logica conseguenza. La HP4 Race vista a EICMA quest’anno non è che un altro passo in quella direzione. E il Motosport da causa di spesa (se si corre in modo ufficiale in tutti i campionati) si trasforma in fonte di guadagno.

L’evoluzione in questo ambito è molto rapida (aspettiamoci altre novità) e ora anche Aprilia si inserisce con il progetto Factory Works che punta non solo a realizzare pezzi speciali o assistenza ai piloti-clienti, ma propone addirittura una intera gamma di moto racing che partendo dalla base della RSV4 puntano ad offrire ai –fortunati- proprietari un mezzo con tutte le potenzialità per vincere nei campionati di qualsiasi di categorie.

Si parte dalla stock, la moto più vicina al prodotto di serie per arrivare alla fantasmagorica RSV4 R FW-GP equipaggiata con il motore V4 di 65° che però si differenzia da quello “stradale” per l’alesaggio portato a 81 mm (il massimo dell’alesaggio consentito in MotoGP) dotato di valvole pneumatiche e con una potenza di oltre 250 cv. Praticamente è il motore con cui Aprilia ha corso in MotoGP nel 2015 prima che il motore MotoGp “nativo” venisse alla luce.
Una chicca, questa, che introduce il concetto di “MotoGP di serie”. Il progetto FW-GP non è elitario solo per la moto in sé ma racchiude ovviamente tutta una serie di servizi esclusivi dedicati al cliente che potrà firmare un contratto esclusivo direttamente in Aprilia (più o meno come un pilota ufficiale) farsi configurare la moto a piacimento, avere un tecnico Aprilia Racing a disposizione ogni volta che vorrà scendere in pista e un filo diretto via mail o telefono con gli ingegneri del reparto corse. Ma il programma Factory Works è molto più ampio oltre ai vari allestimenti racing -RSV4 R FW-SSTK1, RSV4 R FW-SSTK2, RSV4 R FW-SBK, RSV4 R FW-GP, è compreso anche un corso tecnico che spiega ogni tipo di informazione tecnica per assetto e motore e una sessione di prove in pista con l’Aprila Test team. A disposizione anche un sito web www.serviceaprilia.com/public/racing in cui i possessori di queste Aprilia speciali potranno avere tutte le informazioni e gli aggiornamenti tecnici sulle RSV4 preparate da Aprilia Racing. 

Ecco le moto del programma Aprilia Factory Works (oltre alla RSV4 R FW-GP di cui abbiamo già parlato)

RSV4 R FW-SSTK1
Aprilia RSV4 dotata di Race Pack (sospensioni Öhlins e cerchi forgiati).
Impianto elettrico di serie con batteria al litio.
Centralina elettronica di serie riprogrammata in versione Race, mappature controllo motore e dinamica veicolo made in Aprilia Racing.
Strumentazione riprogrammata e predisposta per i tempi sul giro se abbinato al sistema V4-MP con taratura corner by corner del controllo di trazione. Ottimizzato ed alleggerito l’impianto frenante con l’eliminazione dell’ABS. Motore di serie alleggerito, senza termostato e circuito aria secondario, con circuito tubi di raffreddamento semplificato. Kit scarico Akrapovic, kit carenatura e ottimizzazione completa del motore.

RSV4 R FW-SSTK2
Aprilia RSV4 dotata di Race Pack (sospensioni Öhlins e cerchi forgiati).
Impianto elettrico racing, alleggerito e semplificato con cablaggio veicolo e motore dedicati e batteria al litio. Centralina APX2 made in Aprilia Racing completamente programmabile nei parametri di gestione della accensione e di controllo motore tramite il terminale palmare fornito di serie. La centralina include il sistema di acquisizione dati, con possibilità di sfruttare sia i sensori originali, sia quelli opzionali disponibili e ammessi dal regolamento Superstock 1000 FIM Cup. Strumentazione speciale Aprilia Racing. Motore speciale con preparazione Aprilia Racing. Kit scarico Akrapovic e kit carenatura. La potenza massima arriva a 204 CV.

RSV4 R-FW SBK
Aprilia RSV4 dotata di Race Pack (sospensioni Öhlins e cerchi forgiati).
Impianto elettrico racing, alleggerito e semplificato con cablaggio veicolo e motore dedicati e batteria al litio.
Centralina APX2 made in Aprilia Racing, dotata di modulo GPS, completamente programmabile nei parametri di gestione della accensione e di controllo motore tramite il terminale palmare fornito di serie. La centralina include il sistema di acquisizione dati con disponibilità come optional del kit di sensori per la telemetria.
Strumentazione speciale Aprilia Racing con pulsantiere racing.
Cambio elettronico con funzione di scalata assistita (blipper).
Strumentazione speciale Aprilia Racing.
Motore speciale con preparazione SBK made by Aprilia Racing. La potenza massima arriva a 215 CV.