24 Ore di Le Mans: torna l’Alpine N°36

Dopo aver annunciato la partecipazione alla 24 Ore di Le Mans e all’European Le Mans Series, l’équipe Signatech-Alpine ha ora presentato all’Atelier Renault il prototipo identificato dal n° 36, auto che segna il ritorno del prestigioso marchio francese al mondo delle corse

30 marzo 2013 - 16:03

Alpine aveva già fatto sussultare il cuore degli appassionati alcuni mesi fa quando, in occasione del cinquantenario della Casa francese, aveva diffuso le immagini e un video di un bellissimo prototipo con lo stesso nome di battesimo del modello più amato: A110-50.

Ad oggi non sappiamo ancora se la mitica A110 tornerà alla luce, ma ciò che è certo è che Alpine ritorna nel mondo delle competizioni. E così, 35 anni dopo che l’Alpine-Renault A442B vinse la 24 Ore di Le Mans, un’altra A442B prenderà il via all’European Le Mans Series, che il 23 giugno farà tappa proprio a Le Mans, in occasione della 24 Ore.

La corsa di durata più famosa del mondo ritrova una sicura protagonista e gli organizzatori già sperano che l’Alpine riesca a ravvivare l’interesse dei tifosi, dopo anni caratterizzati dall’egemonia Audi nella classe LM P1 (leggi qui il nostro racconto della 24 H di Le Mans 2012).

I piloti dell’Alpine n°36 saranno Nelson Panciatici (24 anni), Pierre Ragues (29 anni) e Tristan Gommendy (34 anni), che completerà l’equipaggio alla 24 Ore di Le Mans. In attesa di vederla in pista, ecco i dati tecnici della Alpine-Nissan N°36 diffusi in occasione della presentazione alla stampa:

Telaio: Alpine
Motore: V8 Nissan V8 tipo VK45
Potenza: 500 cv
Carburante e lubrificanti: TOTAL
Trasmissione: X-Trac sequenziale 6 rapporti
Sterzo: Servosterzo idraulico
Freni: Carbonio – Brembo
Pneumatici: Michelin
Lunghezza: 4610 mm
Passo: 2870 mm
Larghezza: 1995 mm
Peso: 900 kg
Velocità massima: 330 km/h

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Seggiolini auto per bambini, slitta l’obbligo dei dispositivi anti abbandono

Promozioni moto: Suzuki lancia la campagna estiva per GSX-S750 

Ford EcoSport
Bottigliette di plastica? Sì, grazie