Audi A8 TFSI e, l’ibrido per l’ammiraglia. E arriva anche la S8

Continua la cosiddetta “elettrificazione” della gamma Audi. Ora è il turno dell’ammiraglia A8, simbolo di lusso e comfort su quattro […]

Continua la cosiddetta “elettrificazione” della gamma Audi. Ora è il turno dell’ammiraglia A8, simbolo di lusso e comfort su quattro ruote. L’accoppiata vede il V6 3.0 turbo benzina da 340 cavalli abbinato a un motore sincrono a magneti permanenti da 136; quest’ultimo è integrato insieme alla frizione di separazione nella trasmissione a otto rapporto tiptronic con convertitore di coppia. La potenza complessiva raggiunge 449 cavalli, con 700 Nm di coppia disponibile già a 1250 giri/min. Interessanti le prestazioni: 0-100 km/h in 4″9, velocità massima autolimitata a 250 km/h (135 km/h in modalità elettrica) e consumi nel ciclo combinato WLTP pari a 2,7/2,9 km per 100 km. La trazione integrale permanente quattro è di serie. Il motore elettrico in fase di decelerazione accumula energia (fino a 80 kW in frenata), da riversare nella batteria agli ioni di litio, posta nel bagagliaio: ha 104 celle a sacchetto e capacità di 14,1 kWh. La ricarica richiede 2 ore e mezza se l’auto è collegata a una colonnina di ricarica, 6 ore e mezza qualora sia attaccata alla presa domestica.

Dal punto di vista estetico la riconoscibilità di questa Audi ibrida è garantita dai LED posti accanto alle prese d’aria anteriori, con i cinque segmenti orizzontali già visti sulle e-tron, mentre dietro c’è un listello cromato a tutta larghezza. I programmi di marcia sono EV, acronimo di Electric Vehicle, cioè in modalità completamente elettrica (autonomia dichiarata fino a 45 km); Auto, con gestione automatica del funzionamento dei motori, e Hold, per preservare la batteria. Le frenate fino a 0,3 g sono gestite dal motore elettrico, mentre oltre subentrano i freni idraulici tradizionali.

Le dotazioni della A8 TFSI e sono le stesse della A8 standard per quanto riguarda la disponibilità pressoché illimitata di accessori e di personalizzazioni. Non manca la versione a passo lungo L, che si differenzia oltre che per la lunghezza anche per consumi leggermente superiori. Ricordiamo infine che l’omologazione come ibrida permette di evitare blocchi del traffico, accedere alle ZTL, beneficiare di importi del bollo più contenuti o nulli, non pagare la c.d. ecotassa e risparmiare persino sulle tariffe assicurative (fino al 10%). Audi A8 3.0 (60) TFSI e quattro tiptronic ha un prezzo di listino che parte da 108.850 euro; 116.150 euro nel caso della variante a passo lungo.

Da segnalare anche il lancio contestuale della S8, con motore V8 biturbo 4.0 TFSI da 571 cavalli e 800 Nm. Dotata di tecnologia cylinder on demand che disattiva i cilindri in fase di medio e basso carico, nonché mild-hybrid a 48 Volt, la sportiva lussuosa propone cinque modalità di guida. Tra queste figura per la prima volta la comfort+, che prevede l’inclinazione del corpo vettura di 3 gradi per compensare gli effetti dell’accelerazione laterale; in modalità Dynamic, invece, il rollio massimo si ferma a 2,5 gradi, rispetto ai 5 gradi dell’assetto standard.  L’Audi S8 TFSI quattro tiptronic è in vendita a 147.350 euro nella variante standard; 160.250 euro nella versione top di gamma sport attitude.