Audi S4 e S4 Avant: bye bye compressore

Berlina e wagon sportiva degli Anelli adottano come in passato un V6 3.0 TFSI a benzina, sovralimentato però mediante turbo anziché compressore. Possono contare su 354 cv.

15 settembre 2015 - 17:09

Audi sempre più ingorda: dopo aver presentato al Salone di Francoforte le nuove A4 e A4 Avant, rilancia con le versioni sportive S4 ed S4 Avant, il cui arrivo nelle concessionarie è previsto a partire dal 2016.

Sotto il cofano pulsa il noto V6 3.0 TFSI… no. Non proprio. O meglio pulsa sì un V6 3.0 a iniezione diretta di benzina, sovralimentato però mediante turbocompressore anziché il consueto compressore volumetrico. Ne conseguono 354 cv e 500 Nm di coppia, vale a dire +21 cv rispetto alla precedente generazione. Rivoluzione anche quanto a trasmissione, dato che al cambio a doppia frizione a 7 rapporti S tronic subentra una soluzione Tiptronic a 8 marce del tipo mediante convertitore di coppia. Confermata, invece, la trazione integrale permanente quattro che, nella marcia standard, trasferisce il 60% della coppia al retrotreno, salvo arrivare all’85% sull’assale posteriore o al 70% in corrispondenza dell’anteriore in funzione delle condizioni d’aderenza.

La riduzione del peso da 1.705 a 1.630 kg – nel caso della berlina – porta in dote uno scatto da 0 a 100 km/h in 4,7 secondi contro i 5,0 secondi appannaggio del vecchio modello a fronte di una percorrenza media di 13,5 anziché 13,0 km/l. Non muta la velocità massima, autolimitata a 250 km/h. Tra gli optional spicca il differenziale posteriore sportivo corredato del sistema Torque Vectoring (leggi qui il nostro approfondimento tecnico). L’assetto, ribassato di 23 mm rispetto alle comuni A4, si avvale delle sospensioni elettroniche. Una raffinatezza tecnica che si accompagna allo sterzo adattivo e al sistema Audi Drive Select che consente di optare per diversi programmi di marcia influendo sull’erogazione del propulsore, sui punti d’innesto della trasmissione, sulla servoassistenza dello sterzo e sul citato differenziale sportivo (qualora presente).

La dotazione di serie include i cerchi in lega da 18 pollici con neumatici 245/40 – le ruote da 19 pollici sono optional – e lo specifico kit aerodinamico, mentre i punti di contatto con la tradizione sono costituiti dalle calotte dei retrovisori color alluminio e dai terminali di scarico sportivi a doppia uscita gemellata ovale. In abitacolo dominano i rivestimenti in pelle Nappa e Alcantara, l’Audi Virtual Cockpit – vale a dire il cruscotto digitale da 12,3 pollici al debutto con TT, in grado di visualizzare qualsiasi informazione – e il sistema d’infotainment Audi Connect MMI.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

SsangYong Korando, arriva la versione bifuel  

Kia Stonic, mild hybrid per rispondere alla concorrenza. Le novità punto per punto

volkswagen maggiolino elettrico e-kafer

Volkswagen Maggiolino e Golf I: le comprereste elettriche?