Auto elettriche, Bosch presenta il cavo di ricarica leggero

Grazie alla miniaturizzazione dei componenti, sparisce la “scatola” di controllo. Per una ricarica più facile, ovunque

Ormai da qualche mese, non passa giorno senza che venga lanciato un nuovo modello di auto elettrica o ne venga annunciato l’arrivo. Tuttavia, l’elettrificazione della mobilità, come diciamo da tempo, non vive “solo” di auto elettriche. L’auto a batterie è solo il primo – per quanto imprescindibile – tassello, attorno al quale però bisogna costruire un ecosistema affinché si possa passare dal concetto di auto elettrica a quello di mobilità elettrica.

Il cavo di ricarica si evolve

Cosa si intende per infrastruttura? La rete di ricarica, per esempio: colonnine, certo, ma anche aspetti e componenti apparentemente di dettaglio, che però nella vita di tutti i giorni possono fare la differenza. Il cavo di ricarica, per esempio.

Chi ha ricaricato un’elettrica almeno una volta lo sa: si tratta di qualcosa di ben più ingombrante di un semplice cavo. Prima di tutto perché il suo spessore è elevato e poi, soprattutto, perché è sempre dotato di una centralina di controllo contenuta in un involucro piuttosto pesante e ingombrante (il cosiddetto mattone di ricarica). Può sembrare un aspetto di poco conto, trattandosi però di qualcosa che si maneggia ogni giorno, il suo peso e la sua facilità d’uso, alla fine, impattano eccome sulla qualità percepita di utilizzo della vettura.

Per questo Bosch ha presentato il flexible smart charging cable con tecnologia di controllo e sicurezza integrata. Ciò significa non solo peso in meno (qui sotto il dettaglio) ma anche minore ingombro nel bagagliaio.

I segreti del cavo Bosch

Come funziona nel concreto il flexible smart charging cable e qual è il suo “segreto”? La tecnologia di controllo e sicurezza integrata. Durante la ricarica tramite una presa a 230 volt, il cavo Bosch (che pesa meno di 3 Kg, il 40% in meno rispetto alla media) può essere utilizzato con adattatori per prese di tipo 2 e spine domestiche. In questo modo si è liberi di ricaricare da una presa di corrente a casa o da una stazione di ricarica sulla strada, indifferentemente, con lo stesso cavo. Inizio delle vendite: seconda metà del 2022.