autoRitratti: quando l’auto diventa arte

Una collezione di opere commissionata da Smart individua ragazzi talentuosi. Dopo un tour in sei città, Milano compresa, i riflettori si spostano ora sull’Aeroporto di Malpensa: laboratorio artistico e galleria dal 2 al 18 dicembre. Da vedere

Si respirava un entusiasmo contagioso tra le antiche mura della ex chiesa di San Carpoforo, uno degli spazi espositivi dell’Accademia di Belle Arti, nel caratteristico quartiere Brera.A sfilare sulle pareti una raccolta delle prime 30 opere che entreranno a far parte della collezione privata di Smart, commissionate a giovani talenti iscritti alla community viveredarte.it e reclutati nelle principali accademie italiane attraverso un tour itinerante transitato per Latina, Palermo, Salerno, Pescara, Bari.L’area centrale dell’edificio sconsacrato era invece riservata all’esposizione dei bozzetti dei candidati dell’ultima tappa, quella milanese, che andranno a definire la collezione.L’iconica city car a fare da anello di congiunzione e da musa ispiratrice.Le battute, gli abbracci, gli “art selfie”. Tanti gli amici arrivati alla spicciolata a sostenere i giovani in lizza nella sessione conclusiva del percorso. A strappare però gli ultimi sei “sì” della commissione, coordinata dal direttore artistico della collezione, il Professor Andrea Del Guercio, sono stati i bozzetti di Kia Ruffato, Lorenzo Fioranelli, Yuanyuan An, Annaklara Galli, Camilla Marinoni, Lucia Guadalupe e da cui saranno ricavate altrettante creazioni all’interno di un laboratorio artistico molto speciale.L’area check-in del Terminal 1 dell’Aeroporto di Malpensa da mercoledì 2 a venerdì 18 dicembre si trasformerà in un atelier per questi giovani artisti, che avranno modo di farsi conoscere, incrociare lo sguardo di viaggiatori di tutto il mondo e coglierne gli stimoli. In questa sede internazionale verranno esposte anche le opere più votate, attraverso una campagna social, tra quelle selezionate nel corso del tour.Ieri sera ne abbiamo avuto la certezza: i giovani si divertono anche lavorando.  Per saperne di più sulle prossime iniziative che coinvolgono i giovani artisti: viveredarte.it