Compatte Skoda: a Parigi una ventata di novità

Citigo può contare su di una maggiore interazione con gli smartphone, mentre la compatta Fabia è disponibile nell’allestimento sportivo Monte Carlo. Look da crossover e ricca dotazione di serie per la versione ScoutLine di Fabia Wagon.

26 settembre 2016 - 10:09

Come il Buran, vento Baltico del Nord, spazza la Repubblica Ceca lasciando dietro di sé temperature gradevoli, così il Salone dell’auto di Parigi porta in dote una miriade di novità per le gamme Skoda Citigo e Fabia sia berlina sia wagon.

Citigo, lanciata nel 2012, beneficia di nuovi gruppi ottici corredati delle luci diurne a LED, dell’alloggiamento dell’ombrello sotto al sedile del passeggero e del debutto delle radio Blues e Swing che portano in dote una superiore connettività rispetto al passato grazie alla disponibilità delle porte AUX e SD, cui si aggiunge la presa USB limitatamente alla versione Swing. Quest’ultima forte oltretutto di un porta smartphone che permette di utilizzare il proprio device sia come interfaccia avanzata per conoscere i parametri dinamici della vettura, ad esempio i consumi, l’autonomia e la velocità media, sia come display per la navigazione. Invariata la gamma motori che ruota attorno al 1.0 benzina da 60 o 75 cv, proposto anche in abbinamento al cambio robotizzato ASG a 5 marce e in configurazione bifuel a metano da 68 cv. Agli allestimenti Active, Ambition e Style si affianca la versione Design Edition con tetto e calotte dei retrovisori verniciati a contrasto.

Monte Carlo è un nome che evoca ricordi di stampo sportivo per la Casa ceca. L’omonimo allestimento, destinato alla compatta Fabia, include infatti particolari volti ad incrementarne l’aggressività stilistica come lo spoiler posteriore maggiorato e una nutrita serie di particolari esterni in nero lucido a contrasto quali le minigonne, i gusci dei retrovisori, la calandra e l’estrattore, cui si accompagnano i cerchi in lega da 16 pollici antracite, il tetto in cristallo e interni specifici. I sedili sportivi, nel dettaglio, beneficiano di fregi rossi e gli inserti della plancia hanno un effetto carbon look. Quanto alle dotazioni, Fabia Monte Carlo attinge alla versione Twin Color – rispetto alla quale costa 1.100 euro in più – e sotto il profilo multimediale può contare sul sistema Bolero caratterizzato dalla massima compatibilità con gli smartphone. Disponibile unicamente a cinque porte, può adottare motori a benzina 1.0 MPI (aspirato) da 75 cv oppure 1.2 TSI (turbo a iniezione diretta) da 90 cv, oltre al 1.4 TDI da 75 cv. Listino da 16.180 euro.

Aspetto da crossover, ma meccanica da tranquilla famigliare per la nuova Fabia Wagon ScoutLine. La station ceca, forte di un’eccezionale capacità di carico compresa tra 530 e 1.395 litri a fronte di dimensioni ridotte (è lunga 4,26 metri), beneficia di paraurti specifici e protezioni plastiche a contrasto lungo gli archi passaruota e le minigonne, cui si aggiungono i mancorrenti al tetto e le calotte dei retrovisori argento. Particolarmente ricca la dotazione di serie che include cerchi in lega da 16 pollici, vernice metallizzata, radio Bolero con display a colori da 6,5 pollici, Bluetooth, prese USB, AUX e SD, cruise control, sensori di parcheggio posteriori, vetri oscurati e luci diurne a LED. L’allestimento ScoutLine è disponibile con le motorizzazioni a benzina 1.0 MPI da 75 cv e 1.2 TSI da 90 cv oltre che con il diesel 1.4 TDI negli step da 75 o 90 cv. Quest’ultimo abbinabile al cambio a doppia frizione DSG a 7 marce. Prezzi da 16.980 euro.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

nuova Honda Jazz prima foto teaser

Nuova Honda Jazz, ecco la prima immagine ufficiale

Opel
Il mercato italiano “trafitto” dal fulmine

SUV elettrici, Volvo XC40 Recharge è il primo del suo segmento