Coyote NAV+. Ancora più connesso, ancora più sicuro

Il navigatore che si preoccupa della nostra sicurezza si rinnova.

26 febbraio 2018 - 17:02

UN TEAM SEMPRE ALL’ALTEZZA
“Scegliere di partire per un viaggio senza Coyote sarebbe come decidere di correre un Gran Premio senza il proprio team” dice sorridendo Jean Alesi, testimonial da anni di Coyote.

Con una community di oltre 5 milioni di utenti, 20 ore monitorate ogni giorno e una media di 13 allerte ogni secondo,il servizio Coyote è certo di garantire agli utenti spostamenti più sicuri.
SICUREZZA IN PRIMO PIANO
L’Italia è il Paese con più sistemi di rilevazione della velocità in Europa, e questo sembra aver influito positivamente sulla sicurezza. Gli incidenti sulle strade Italiane restano comunque troppi, dato che sono stati 175.000 nel 2016 (ultimo dato ufficiale disponibile), anche se quelli mortali sono sensibilmente diminuiti. Il 74,6% avviene su strade urbane, il 20,1% su extraurbane e il 5,3% in autostrada.

Coyote mira ad avere la stessa funzione dissuasiva, allertando tempestivamente il conducente nel caso di Tutor o Autovelox fissi e mobili, o segnalando ostacoli lungo il percorso, condizioni meteo critiche e visibilità ridotta, limiti di velocità e traffico.
MAPPE HERE 3D
Coyote ha lanciato in questi giorni il suo nuovo dispositivo, il COYOTE NAV + (evoluzione del NAV) con GPS integrato. Abbiamo provato il modello S.  La filosofia è la stessa, con community, allerte e segnalazioni, ma il NAV+ ha anche il navigatore integrato. Rispetto al modello precedente cambia lo schermo, ora da 5,5 pollici con risoluzione HD, la navigazione con mappe 3D fornite da Here e il dispositivo di calcolo dell’itinerario. A breve verranno integrate nuove funzioni molto interessanti, come la disponibilità di parcheggi in zona, l’allerta sonnolenza e il riconoscimento vocale.

“La prima cosa che faccio appena metto in moto l’auto è controllare quanti siamo: più sono gli utenti collegati più mi sento sicuro. Faccio molti chilometri, la velocità non mi dà fastidio ma non amogli imprevisti e grazie a Coyote posso evitarli. Mi fa felice inviare segnalazioni in modo da rendermi utile alla comunità” dice Jean Alesi.
SODDISFATTI O RIMBORSATI
Chi volesse provare il dispositivo può acquistarlo dal 15 febbraio al 15 marzo, al prezzo di 349 euro, e nel caso in cui non dovesse essere soddisfatto renderlo dopo 30 giorni, ricevendo un rimborso totale. L’abbonamento per il primo mese è gratuito, il prezzo passa poi a 12 euro al mese, 144 euro l’anno o 240 per due anni. Inclusa con il NAV+ c’è la licenza per l’utilizzo dell’app di navigazione Coyote per smartphone, alla quale è possibile abbonarsi singolarmente a 49 euro all’anno.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO

Audi S5 TDI
La sua prima volta

Hyundai, idrogeno anche per la mobilità “pesante”

Peugeot 3008
Le Fiamme Gialle guidano francese