Fast Test Renault Twingo 0.9TCe 90 cv

Compatta, sfiziosa e con tante buone idee. La Twingo è una cittadina modello ma con il motore da 90 cv è capace anche di regalare sensazioni sportive

LIVETrazione? Posteriore. Motore? Posteriore. È una Porsche! Assolutamente no. Si tratta della nuova Twingo. Con queste caratteristiche “atipiche” la Twingo si è presentata sul mercato, un mercato che all’inizio ha un po’ faticato a capirla, ma che lentamente l’ha apprezzata per le doti dinamiche che riesce a offrire.Realizzata sullo stesso pianale della Smart For Four, la Twingo ha dalla sua una dote che in città fa la differenza: il raggio di sterzata. Nessuna concorrente diretta (Smart a parte naturalmente) riesce a girare stretto come la piccola francese e questo nonostante un interasse più generoso (+13 cm) della sua progenitrice. La seconda rivoluzione targata Twingo riguarda la carrozzeria. Abbandonata la tradizionale configurazione a 3 porte, debutta un’inedita, per la city car francese, soluzione a 5 porte. Unica variante prevista. Un’evoluzione che ricorda quanto accaduto a rivali dirette quali Fiat Panda e Lancia Ypsilon. S’ispira invece alla sorella maggiore Clio la realizzazione delle maniglie posteriori a scomparsa, incassate nei montanti posteriori, alle concorrenti Opel Adam e Fiat 500 la possibilità di personalizzazione abbinando a piacimento verniciatura e tinte delle calotte dei retrovisori laterali nonché delle protezioni e bande adesive lungo le fiancate. Non mancano un ampio tetto in tela ad apertura elettrica e luci diurne a LED. Il divanetto è frazionabile 50/50 e la possibilità di ripiegare a tavolino lo schienale del passeggero anteriore consente il trasporto di oggetti lunghi sino a 2,20 m. Il vano di carico ha una capienza di 219 litri: degna di nota e inferiore, tra le city car, alla sola Suzuki Celerio.Il motore della Twingo in prova è il TCe 90, tre cilindri turbo Euro6 capace di 90 cv e 135 Nm di coppia con sistema Stop&Start di serie. Duplice la possibilità di connessione: tramite smartphone con tecnologia R&GO oppure mediante sistema R-Link. Nel primo caso i dispositivi mobili, tramite un’app scaricabile gratuitamente, si connettono automaticamente alla radio della vettura, visualizzando sul proprio display un menu a quattro icone dedicate a navigazione, telefonia, musica/intrattenimento e computer di bordo. Nel secondo, il sistema multimediale integrato R-Link abbina uno schermo capacitivo con possibilità di zoom e scorrimento touch alla radio digitale.DRIVE10 cm in meno rispetto alla Twingo precedente, eppure nonostante le dimensioni compatte la Twingo offre più di un agio a bordo. A partire dal conducente che, nonostante il volante sia regolabile esclusivamente in altezza, non fatica a trovare una posizione corretta con il giusto spazio per le gambe e le fiancate che non “opprimono” il driver. Nemmeno i passeggeri posteriori potranno lamentarsi troppo, lo spazio a loro dedicato non è affatto poco soprattutto a livello di gambe e testa, semmai alla lunga potranno criticare lo schienale poco inclinato. Non siamo insomma alla “magica” abitabilità della prima versione ma la situazione è comunque molto valida. Inoltre, a differenza di altre Renault, la Twingo offre una qualità percepita di ottimo livello, in qualche caso superiore a quella delle concorrenti dirette. Non male davvero.Auto compatta + raggio di sterzo da carrello della spesa (8,6 metri dichiarati e 45° di sterzata delle ruote), ecco l’equazione che rende Twingo così sorprendente da guidare. La sua agilità è sorprendente, nessuna è altrettanto rapida a invertire la marcia e con ruote che sterzano così tanto anche il parcheggio impossibile diventa possibile. Una cittadina imbattibile, quindi, anche se a dire il vero la Twingo non si ferma al perimetro urbano anche riesce a dare soddisfazione quando ci si lascia la città alle spalle, il motore da 90 cv regala alla Twingo un temperamento pepato esaltato sulla versione Energy Sport dai cerchi da 16”. Sportivi, quasi fin troppo per un’auto che dalle nostre parti ha sempre a che fare con strade-groviera.