FORUMAutoMotive, donne al comando

23 marzo 2018 - 18:03

La sessione primaverile di FORUMAutoMotive si è aperta nel nome delle donne, protagoniste nel mondo delle due e delle quattro ruote. L’idea di Pierluigi Bonora, promotore dell’incontro, è stata di metterle a confronto sulla loro storia e sulle prospettive di genere. Otto le relatrici, a rappresentare importanti aziende: Maura Carta, Presidente Milano Serravalle – Milano Tangenziali S.p.A.; Cinzia Caserotti, Direttore Vendite Italscania S.p.A.; Livia Cevolini, CEO di Energica; Lidia Dainelli, Direttore Comunicazione e membro CDA Jaguar Land Rover Italia; Silvia Nicolis, Presidente Museo Nicolis; Daniela Paliotta, Responsabile Risorse Umane di Mercedes-Benz Italia; Fabiola Tisbini, direttore vendite Growing Industries IBM e Roberta Zerbi, Responsabile Alfa Romeo mercati Emea.

Eterogenee le aree di lavoro, come anche i percorsi che hanno portato queste otto protagoniste al vertice delle rispettive aziende. Comuni la grande determinazione e soprattutto la competenza. Secondo Roberta Zerbi di Alfa Romeo “le generalizzazioni sono limitanti ma l’attenzione ai dettagli distingue le donne, insieme alla capacità di mettere in pratica grandi progetti”. Lidia Dainelli di Jaguar Italia rimarca come le donne siano capaci di “lavorare fuori dagli schemi, una capacità che non tutti gli uomini hanno”. Fabiola Tisini di IBM ha parlato del programma NERD (Non è roba per donne), dedicato alla formazione universitaria, con più di 5.000 donne iscritte. Silvia Nicolis si è confrontata con un mondo, quello del collezionismo di auto e moto, dove la presenza maschile è dominante; Livia Cevolini ha portato in azienda la concretezza ingegneristica che ha permesso a Energica la produzione di moto elettriche all’avanguardia.

Al termine della tavola rotonda FORUMAutoMotive, è forte la consapevolezza che l’ambiente sia molto cambiato rispetto ai decenni scorsi, aprendosi alla presenza femminile in ragione della competenza e della qualità del contributo offerto alle aziende.

 

 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Mazda CX-30
Il crossover compatto che non c’era

Peugeot 508 SW
La sfida tra station wagon è aperta

Auto storiche: convertirle in elettriche. Perché sì e perché no